fbpx

Le forze politiche del centrosinistra sulla situazione di Kyma Ambiente

Le forze politiche del centrosinistra sulla situazione di Kyma Ambiente

“Apprendiamo con sconcerto che gli stipendi ai dipendenti Kyma Ambiente non sarebbero stati ancora pagati e che, probabilmente, a colmare questa ennesima lacuna sarà il Comune di Taranto, che dovrebbe farsi carico del pagamento nella giornata di lunedì 4 marzo. È il segno di una crisi grave e persistente.

I lavoratori pagano l’inadeguatezza di un management allo sbando, privo di visione e prospettiva. Abbiamo sempre chiesto al Sindaco e al management aziendale che la situazione di Kyma Ambiente e l’igiene urbana fossero le priorità per una città che continua a essere sporca e priva di un efficiente sistema di gestione dei rifiuti.

Sono rimaste nel vuoto le promesse del Sindaco che avrebbe risolto la crisi economico-finanziaria dell’azienda partecipata entro la fine del 2023, così come la partenza della raccolta differenziata porta a porta in tutta la città entro gennaio 2024.

Allo stesso tempo, l’azienda municipalizzata sembrerebbe non avere il Durc disponibile, così come lo spazzamento meccanizzato delle strade è ancora sospeso e chissà quando e se ripartirà mai. La crisi di liquidità parrebbe non risolta, nonostante il prestito ponte di 2,5 milioni di euro votato dal Consiglio Comunale nella primavera del 2023, che difficilmente potrà essere restituito. Infine, non c’è traccia, inspiegabilmente, del nuovo contratto di servizio, che, come la differenziata, sembra un miraggio.

Ricordiamo che a breve i tarantini dovrebbero pagare una TARI ancora più alta, proprio a causa dei tassi di conferimento dell’indifferenziato e del mancato avvio di una decorosa raccolta porta a porta. Pagheremo di più, quindi, a fronte di un servizio scadente.

In un’Amministrazione che ha stravolto volti e programmi, sovvertendo la volontà popolare emersa dal voto del 2022, non vorremmo che questa situazione aprisse le porte alla privatizzazione di Kyma Ambiente, alla quale ci siamo sempre opposti.

Chiediamo al Sindaco e al management di Kyma Ambiente che, una volta per tutte, venga fatta chiarezza sulle sorti dell’azienda e sulla gestione dei rifiuti a Taranto. Su un tema così importante come l’igiene urbana non c’è spazio per ambiguità e incapacità di qualunque genere.”

Una Strada Diversa
Partito Democratico
Movimento Cinquestelle
CON
Europa Verde
Partito Socialista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *