fbpx

“Siamo lieti di constatare l’attenzione del Governo per la vertenza relativa ai circa 1600 lavoratori ex Ilva In Amministrazione Straordinaria, attenzione che si traduce nell’inserimento nella legge di bilancio dell’integrazione salariale per il prossimo anno. Se questo è un fatto positivo e ci consente di avere una certezza sin da subito, a differenza dello scorso anno, è anche vero che bisogna procedere al ricalcolo dell’integrazione stessa in base al 10 % dell’imponibile, cosa che sollecitiamo.

Altro percorso invece per la modifica del DL 150/2015, modifica necessaria per permettere ai lavoratori in cassa integrazione di percepire una indennità aggiuntiva con riferimento ai Lavori di Pubblica Utilità per i quali la Regione Puglia ha stanziato già una prima tranche di risorse pari a 500mila euro.

L’emendamento relativo non sarà, per motivi di carattere tecnico, nella legge di bilancio, ma con ogni probabilità verrà inserito nel primo decreto utile del mese di gennaio. Nelle intenzioni ci sarebbe anche la possibilità di estendere l’opportunità di accedere ai Lpu a tutti i Comuni della provincia jonica e non solo ai cinque compresi nell’area di crisi industriale complessa. Un ringraziamento in particolare all’onorevole Dario Iaia che sta seguendo la questione con attenzione”, conclude Michele Altamura Coordinatore provinciale ex Ilva in As Usb.