fbpx

Assistere a tu per tu ai racconti di Falanto e dell’Atleta di Taranto, di Cynisca, prima donna a vincere le Olimpiadi, di Tirteo, poeta e condottiero, di Persefone e Orfeo, di Leonida e di sua moglie Gorgo. Questi personaggi saranno a stretto contatto con il pubblico, in una sorta di teatro immersivo, tra colonne e livelli di una sede affascinante e ricca di storia.

Nuovo spettacolo ideato dall’attore e regista tarantino Massimo Cimaglia che, dopo un periodo in tournée in tutta Italia, torna nella sua città per offrire il primo capitolo de «Il Chiostro di Sant’Antonio racconta…». Un progetto pluriennale di narrazioni artistiche sulla storia di Taranto, con la prima edizione che ha come titolo «Le origini di Taranto». Personaggi storici e mitologici prenderanno vita martedì 27 dicembre alle ore 16:45 nell’ex Convento di Sant’Antonio, sede della Soprintendenza Nazionale per il patrimonio Culturale Subacqueo, in via Luigi Viola 5 a Taranto. L’ingresso è gratuito su prenotazione al numero 3396259355.

I testi originali sono di Barbara Gizzi. Recitazione, musica, danza e canto: gli attori si aggireranno per tutta la location, tra interpretazioni ad effetto e situazioni imprevedibili per lo spettatore che si ritroverà all’interno della storia. In scena con Massimo Cimaglia, gli attori Valeria Cimaglia e Daniele Palumbo, il tenore Domingo Stasi, la cantante Simona Cucci, la danzatrice Mariachiara Basso e i musicisti Simone Carrino e Susanna Curci.

L’evento fa parte di un progetto di narrazioni artistiche che la compagnia «Terra Magica – Arte e Cultura» di Massimo Cimaglia proporrà come appuntamento annuale, con l’obiettivo di raccontare l’area mediterranea attraverso forme sceniche innovative, grazie alla collaborazione della Soprintendenza nazionale per il Patrimonio culturale subacqueo.

«Il mio lavoro per Taranto continua con questo evento che registra il supporto e l’entusiasmo della soprintendente Barbara Davidde e dei suoi collaboratori» commenta Massimo Cimaglia. «Per il 2023 sono pronti altri progetti sulla valorizzazione della nostra città. Per questa occasione mi rivolgo con particolare gratitudine agli imprenditori e sponsor che hanno voluto sostenere con notevole sensibilità la realizzazione di questo evento».