fbpx

La scorsa notte, nei pressi di un locale della movida jonica, i carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Taranto hanno arrestato, per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio, un ragazzo di Monopoli.

I militari, durante il controllo di un’autovettura “sportiva”, sulla quale viaggiavano 4 giovani, tutti della provincia di Bari, hanno notato il 22enne mentre cercava di disfarsi di un borsello cedendolo alla ragazza che gli era seduta accanto sul sedile posteriore.

Il repentino gesto insospettiva gli operanti che decidevano di procedere ad una perquisizione veicolare e personale, all’esito della quale, rinvenivano, occultati nella tasca dei pantaloni del giovane, nr. 43 pasticche di colore arancione di “MDMA”, sostanza stupefacente più comunemente conosciuta come “ecstasy”, nr. 46 confezioni in cellophane di colore giallo e verde contenenti “MDMA” in polvere, una dose di cocaina e la somma in contante di € 1.415,00, suddivisa in banconote di vario taglio e sottoposta a sequestro in quanto ritenuta provento dell’attività di spaccio.

La tipologia di sostanze stupefacenti è stata riscontrata a seguito di immediate analisi effettuate presso il LASS (Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti) del Comando Provinciale di Taranto, mentre il denaro è stato versato su un libretto postale infruttifero intestato al Fondo Unico di Giustizia.

Il giovane, fatta salva la presunzione di innocenza fino a sentenza definitiva, al termine delle formalità di rito, su disposizione dell’A.G., è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione.

Commenta l'articolo:

    Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie secondo quanto descritto nell'Informativa sui Cookie. Leggi di più

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

    Chiudi