fbpx

“Sempre più precaria la situazione all’interno dello stabilimento siderurgico. Questa volta Usb segnala quanto è sotto gli occhi in Agglomerato. In particolare, la struttura Piano Dosatori si presenta del tutto fatiscente con il piano di calpestio che in alcuni punti è addirittura sollevato.

All’usura degli impianti non manutenuti e quindi alla pericolosità, si aggiungono le condizioni igieniche assolutamente intollerabili, dal momento che le pulizie vengono ridotte all’osso e sono sottopagate.
E’ chiaro che si tratta di un complessivo stato di cose che rappresenta lo scenario tipico nel quale potrebbe essere facile ritrovarsi di fronte infortuni, anche gravi, se non addirittura mortali.

Tutto questo mentre lo Stato si affretta a stanziare ulteriori risorse (ancora un miliardo) che non verranno sicuramente utilizzate per elevare i livelli di sicurezza nei vari reparti, né per garantire occupazione, ma solo per continuare a mantenere in vita un malato terminale.

La posizione dell’Unione Sindacale di Base continua ad essere sempre la stessa: di denuncia di tutte le situazioni che si presentano anomale e precarie. No quindi al sistematico spreco di risorse pubbliche per sostenere una gestione inopportuna sotto ogni punto di vista; sì invece all’apertura di un tavolo di discussione su un accordo di programma che, coinvolgendo anche gli enti locali, permetta di ripensare lo sviluppo economico del territorio, mettendo in sicurezza posti di lavoro e vivibilità”, conclude l’USB.