fbpx

Grande successo di pubblico, circa 12.000 gli ingressi distribuiti nelle tre serate, nell’VIII edizione della Festa dell’Usb di Taranto venerdì, sabato e domenica scorsi a Gandoli, presso l’ex Batteria Cattaneo.

I DIBATTITI
Il tema del confronto di venerdì “Repressione e conflitti sociali” ha visto la partecipazione del noto fumettista Michele Rech, in arte Zerocalcare, Mario Soggia, ufficio legale Usb, Francesco Marchese, Usb Taranto,Teo Antonucci, coordinamento nazionale “Potere al Popolo”Giuseppe Racanelli, Osa e Salvatore Stasi confederazione Cobas.Il dibattito è partito dal commento sui fatti di Piacenza dello scorso 19 luglio da diversi punti di vista: giuridico, sindacale e politico per arrivare a considerazioni di carattere più generale sugli attuali concetti di conflitto sociale e repressione.

Opportuno mai come quest’anno inserire la vertenza delle vertenze tra i temi di discussione. Sabato 30 luglio, alla presenza dei parlamentari Ubaldo Pagano e Mario Turco, si è partiti dall’interrogativo: “Ex Ilva a dieci anni dal sequestro: cosa è cambiato”? Rappresentato quasi del tutto il fronte sindacale dei metalmeccanici, erano presenti infatti, oltre ovviamente al coordinatore provinciale Usb Taranto Franco Rizzo, Biagio Prisciano, Fim Cisl Taranto-Brindisi, Davide Sperti, Uilm Taranto e Antonio Spera, Ugl nazionale.

Si è passati dal piano mirato alla decarbonizzazione della fabbrica, presentato a giugno scorso dal presidente di Adi, Franco Bernabè, alle attuali problematiche strettamente legate all’occupazione (lavoratori diretti, indiretti e ex Ilva in AS), fino al centralissimo argomento della sicurezza e all’esigenza di aprire sin da subito con il prossimo Governo una interlocuzione chiara ed efficace.

Terzo spazio di approfondimento domenica 31 luglio con l’europarlamentare Greens Rosa D’Amato e con Guido Lutrario Usb nazionale sul reddito di cittadinanza, oggi al centro di moltissime polemiche, e sul salario minimo con riferimento alla recentissima direttiva europea. Considerazioni sono state fatte inoltre sulla tutela dei lavoratori che, a oltre 50 anni dalla conquista costituita dallo Statuto dei Lavoratori, sembra oggetto di una pericolosa erosione.

Prezioso il contributo dei piccoli di Usb Baby che in momenti diversi, attraverso il ballo e le parole, hanno toccato argomenti delicatissimi e complicati, come quello della sicurezza sui luoghi di lavoro, riuscendo ad emozionare e inducendo alla riflessione il pubblico.

IL CABARET E LA MUSICA
Prima il cabaret, con i “Ditelo Voi” venerdì, Roberto Lando sabato e infine gli Arteteca ieri domenica 31 luglio; poi la musica rispettivamente con “I nemici di Tex”, cover Litfiba, con i “Vasconnessi”, cover Vasco Rossi e con i “Precious”, cover Depeche Mode.

SALUTI ISTITUZIONALI
Intervenuti nel corso delle tre serate il primo cittadino del Comune di Leporano, Vincenzo Damiano e l’assessore al turismo, allo spettacolo e alla cultura, Jolanda Lotta. A portare invece i saluti del Comune di Taranto l’assessore comunale ai Lavori Pubblici e alla Mobilità Sostenibile, Mattia Giorno.

Franco Rizzo, coordinatore provinciale Usb Taranto: “Esprimo piena soddisfazione a nome di tutta l’organizzazione sindacale. Tanto lavoro e meticolosa organizzazione, ma altrettanto entusiasmo in questa VIII edizione nella quale, come sempre, abbiamo voluto fornire elementi di riflessione e insieme dare vita a spettacoli.

Ringrazio per l’ospitalità per il terzo anno consecutivo, il Comune di Leporano, in primis il sindaco Vincenzo Damiano, ma anche tutti coloro che hanno svolto un ruolo fondamentale nella gestione dell’intera iniziativa dal punto di vista della sicurezza, e quindi: Carabinieri e Polizia Municipale di Leporano, Questura di Taranto e Protezione Civile. Grazie ovviamente a tutto lo staff dell’Usb che col suo lavoro ha collaborato alla riuscita della nostra festa”.

Commenta l'articolo:

    Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie secondo quanto descritto nell'Informativa sui Cookie. Leggi di più

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

    Chiudi