fbpx

Dopo il posticipo causato da un “dispettoso Giove Pluvio”, domani, venerdì 17 giugno, dalle 19,30, secondo e ultimo grande corso mascherato della 69^ edizione del Carnevale di Massafra.

La prima serata di sabato 4 giugno ha fatto registrare un massiccio afflusso di “spettatori-protagonisti” che, con il naso all’insù, hanno potuto ammirare i mastodontici carri allegorici, capolavori di grande ingegneria ed estrosità, e partecipare, con gli effervescenti gruppi mascherati, alle sfilate: il tutto unito dal tema “#WeAre in Puglia”.

Ad attendere carri, gruppi e figuranti sul palco centrale, oltre allo storico presentatore Antonello Giasi, ci sarà la nota attrice e conduttrice televisiva Fatima Trotta.

Domani i 7 mastodontici Carri Allegorici in cartapesta sfileranno nel seguente ordine:

1) “Storia e Tradizioni… c’è da leccarsi i baffi!!!” Ass. Assi di Coppe e Denari Revolution.

2)“Maghi e Masciari nella Terra delle Gravine” Ass. Magic Club;

3) “Orgoglio Pugliese” Ass. Culturale Tekno ART;

4) “Salite a bordo, vi mostriamo la terra più bella del mondo” Ass. Culturale Pressis Charta;

5)“Quo Vado? … in Puglia!” Ass. Crazy Events;

6) “Verso il Soleee… della Puglia” Ass. Arte & Spettacolo;

7) “Il Fascino senza Tempo” Ass. Secondi a Nessuno – 3D Emotions lab.

Questo invece l’ordine di sfilata per i 6 Gruppi Mascherati: 1) “Hippie, hippie, Hurrà!!! di Nadia Termite, A. Quero e O. D’Aprile; 2) “Dalle olimpiadi della Cina, tra Piume e Colori, fino a Cortina” Associazione Chytros Crispiano; 3) “Uagnù, Spiccjatl d’fè l’indjane” Luigi Carone, Angelo Sisto e Santoro; 4) “La Terra dei Fichi d’Ilva” di Vitantonio Greco, Cosimo Coronese e Giuseppe Quero; 5) “la Paura cos’è?… sentirsi diversi” di Giuseppe Ciaurro e Manila Solito; 6) “Tra innovazione e tradizione, dai videogame alla realtà” Associazione Culturale Team Tempesta – A. Giuliani e A. Giasi.

Domani ultima “notte colorata” da un Carnevale senza confini, all’interno del quale tutti sono protagonisti e nessuno spettatore.

Un appuntamento irrinunciabile cui è possibile assistere liberamente senza pagare alcun biglietto di ingresso.

Commenta l'articolo:

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie secondo quanto descritto nell'Informativa sui Cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi