fbpx

Cambio di guardia alla Filctem Cgil di Taranto. Giordano Fumarola, il segretario generale, avendo assunto incarichi nazionali, lascia la guida del sindacato dei lavoratori delle confezioni, dell’elettricità e del gas, per seguire importanti vertenze nazionali.

Al suo posto l’assemblea generale della Filctem Cgil Taranto, ha eletto Francesco Bardinella, già segretario generale della Fillea, la categoria sindacale che tutela i lavoratori dell’edilizia.

“Accolgo questa nuova sfida con la consapevolezza che la posta in gioco è enorme. La Filctem e la Fillea sono le due categorie che raggruppano e rappresentano i lavoratori in prima linea per la transizione ecologica, siano essi impegnati sui cantieri edili, o nelle centrali elettriche, senza contare la manifattura della Valle d’Itria, che grazie alla crisi della globalizzazione, sta riprendendo a poco a poco vigore.

La sfida che raccolgo oggi è l’impegno di coordinare le maestranze di entrambe le categorie per favorire, a Taranto e in provincia, una transizione che non sia solo ecologica, ma anche sociale, volta a migliorare le condizioni dei lavoratori e delle loro famiglie”.

A Giordano Fumarola tocca invece il commovente saluto: “Sono stati anni intensi, vissuti a velocità talvolta elevata, in cui molto spesso siamo stati costretti a rincorrere le emergenze. Fa parte probabilmente dei tempi moderni, in cui anche il vortice dei cambiamenti, non solo quelli che orbitano attorno al mondo del lavoro, è più rapido e totalizzante”.

Nel saluto il segretario uscente ha elencato le vertenze più importanti seguite dalla categoria, da quella Miroglio, che è in via di conclusione, con quasi il totale ricollocamento dei lavoratori, a quella meno fortunata della TBM di Mottola, fino al successo della sottoscrizione del protocollo per la valorizzazione del Made in Italy, siglato a Martina Franca, senza contare il rinnovo del contratto dei lavoratori del gas e la vertenza Tempa Rossa per Eni.
Con la guida di Bardinella il sindacato si prepara ad affrontare le sfide della transizione ecologica e il loro impatto sui lavoratori e sul loro benessere, con l’obiettivo di coinvolgere le maestranze nel processo di rinnovamento economico e sociale della provincia di Taranto.

Commenta l'articolo:

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie secondo quanto descritto nell'Informativa sui Cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi