fbpx

Buongiorno Ceramica è la festa diffusa della ceramica italiana. Due giornate alla scoperta della ceramica artistica e artigianale italiana, tra antiche tradizioni e nuove sensibilità. Buongiorno Ceramica, è un progetto promosso e organizzato da AiCC – Associazione Italiana Città della Ceramica e si tiene ogni anno nel terzo fine settimana di maggio.

In quest’anno di rinascita, Buongiorno Ceramica 2022, forte anche del suo stesso nome, scommette ancora di più sul “nuovo giorno”, sulla ripresa e sulla rinascita stessa, e lo fa soprattutto forte della stessa operosa fiducia degli artigiani, di coloro i quali non hanno smesso un attimo di dare forma alle idee e alla propria creatività, sempre guardando in avanti. Le circa sessanta storiche botteghe artigiane invitano turisti e visitatori nel lungo weekend di maggio dedicato alla straordinaria festa delle arti che si snoderà attraverso l’Italia da nord a sud in un’esperienza partecipativa dal vivo e in totale sicurezza. L’evento si svolgerà in contemporanea nelle 45 città italiane della ceramica italiana, nelle città in entrata e da quest’anno con eventi collaterali nelle città interessate all’evento.

A Grottaglie in vetrina ci saranno i nostri maestri figulini che modellano l’argilla a tutte le ore del giorno all’interno di un quartiere – unico al mondo – interamente dedicato alla sua produzione della ceramica. I visitatori, entrando nelle storiche botteghe potranno assistere e cimentarsi nelle varie lavorazioni dell’argilla. Il programma di Grottaglie per l’edizione 2022 prevede attività di animazione nel Quartiere delle Ceramiche, attività esperienziali nelle botteghe, presentazione di libri dedicati all’artigianato artistico e tradizionale, attività didattiche all’interno del Museo della Ceramica ed apertura prolungata fino alle ore 22.00 dello stesso, oltre a due eventi espositivi dedicati agli “oggetti a segreto” ed al Concorso di ceramica contemporanea.

Parte attiva all’interno del weekend dedicato alla ceramica avrà il Liceo Artistico “V. Calò” della città che propone l’apertura straordinaria del Museo delle Maioliche, la presentazione dei lavori realizzati nell’ambito del progetto Ceramicando e di un progetto in corso sulla rivalutazione del centro storico. Sabato 21 maggio il museo aderisce alla Notte dei Musei della Ceramica con apertura prolungata fino alle 22. Per l’occasione si svolgeranno delle visite guidate con un focus sui manufatti con sistemi “a segreto”.

Alle ore 18.30 si svolgerà la presentazione del libro “Santini e Fischietti di Puglia, la creta tra sacro e profano” (Claudio Grenzi Editore). Le mattinate di sabato e domenica saranno animate da “Play Clay! Modelliamo storie”, un’attività di lettura e modellazione creativa con l’argilla per bambini dai 6 ai 10 anni. L’attività in programma per le ore 11.00 è con prenotazione obbligatoria.

All’interno del Quartiere delle Ceramiche, oltre alla consueta apertura al pubblico delle botteghe artigianali, si segnalano due eventi specifici. La Bottega Vestita propone “Mani all’opera”, una visita interattiva all’interno della bottega storica. L’attività è prevista sia per sabato che per domenica, dalle ore 10:00 fino alle ore 22:00. Galleria Vincenza organizza “Hello Dolly – Come nasce una pupa”, evento incentrato sulla creazione della “Pupa” o “Bambola”, manufatto tipico della tradizione ceramica grottagliese. L’attività è prevista sia per sabato che per domenica nell’orario 10:00-13:00 / 17:00-20:00.

La Galleria Vincenza si trova in via Leonardo Da Vinci, 5. Carriero Ceramiche e Rosa Creazioni, entrambe situate lungo via Crispi, posizioneranno il tornio all’esterno delle botteghe per consentire ai visitatori di provare l’esperienza della realizzazione di un oggetto.

L’attività è prevista durante gli orari di apertura delle botteghe artigianali. Sempre nel Quartiere delle Ceramiche domenica, l’associazione di promozione turistica “Grott’Art”, proporrà ai più piccoli una serie di tradizionali giochi del nostro territorio: un vero e proprio patrimonio culturale da custodire con cura e tramandare alle nuove generazioni. Lo rende noto Antonio Vinci, assessore con delega alla cultura

Commenta l'articolo:

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie secondo quanto descritto nell'Informativa sui Cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi