fbpx

Per tutta la giornata del 5 maggio il Museo Archeologico Nazionale di Taranto diventa punto di riferimento per la formazione di esperti di elevato profilo scientifico, in grado di operare nella ricerca, tutela, valorizzazione, comunicazione e gestione del patrimonio culturale.

Si terrà, infatti, in diretta on-line dalla sala incontri del Museo Archeologico Nazionale di Taranto, la giornata di studi organizzata dal PASAP Med – dottorato di studi in patrimoni archeologici, storici, architettonici e paesaggistici Mediterranei dell’Università di Bari “Aldo Moro”, insieme al Museo Archeologico Nazionale di Taranto e alla Soprintendenza Nazionale per il Patrimonio Culturale Subacqueo che, attraverso relazioni e interventi di esperti, sarà dedicata al tema “Archeologia, storia e architettura a Taranto. Cantieri di ricerca”.

“La grande stagione dei cantieri che riguardano Taranto sollecita la necessità di progetti per la città sempre più multisciplinari tra archeologia, storia, architettura, digitalizzazione, restauro e progettazione urbanistica – spiega la direttrice del MArTA, Eva Degl’Innocenti – pertanto la Giornata di studi punta alla condivisione delle conoscenze e delle buone pratiche”. La giornata di studi sarà fruibile unicamente on-line in streaming sulla piattaforma Teams al link http://bitly.ws/qxAQ (codice 38qan02).
Dopo l’introduzione dei lavori da parte della direttrice del MArTA, Eva Degl’Innocenti, del prof. Giuliano Volpe dell’Università di Bari e della Soprintendente Nazionale per il Patrimonio Archeologico Subacqueo, Barbara Davidde Petriaggi, si susseguiranno gli interventi di esperti e ricercatori.

Il programma della giornata che inizierà alle ore 9.30 è il seguente:

Ore 10.00 – “Taranto e le risorse dei suoi mari dall’antichità all’età contemporanea”

Relatori: Danilo Leone, Maria Turchiano (Università di Foggia), Giuliano Volpe (Università di Bari “Aldo Moro”)

Ore 10.30 – “Dinamiche insediative nel territorio di Taranto tra età del Ferro ed età arcaica”

Relatrice: Grazia Semeraro (Università del Salento).

Ore 11.00 – “Storia e arte. Tra Taranto e il promontorio iapigio”.

Relatore : Francesco D’Andria (Università del Salento – Accademia dei Lincei).

Ore 11.30 – “Taranto. Il tempio sotto al San Domenico: un’ipotesi di restituzione”.

Relatore: Giorgio Rocco, Monica Livadiotti (Politecnico di Bari).

Ore 12.00 – “I naiskoi funerari di Taranto tra analisi e ipotesi di ricostruzione”.
Relatori: Roberta Belli Pasqua, Giorgio Rocco (Politecnico di Bari).

Ore 12.30 – “Da Neptunia a Tarentum: le forme della città romana e l’eredità della polis”.
Relatore: Gianluca Mastrocinque (Università di Bari“Aldo Moro”).
Ore 13.00-13.30: Discussione
Ore 15.00: Visita al Museo Archeologico Nazionale di Taranto e alla mostra “Taras e i doni del mare”.

Ore 16.00 – “Le indagini archeologiche nell’area dell’anfiteatro romano di Taranto”.
Relatrici: Barbara Davidde Petriaggi, Annalisa Biffino (Soprintendenza Nazionale per il Patrimonio Archeologico Subacqueo).

Ore 16.30 – “Indagini archeologiche nell’area del Nuovo Ospedale San Cataldo (TA)”.
Relatrice: Laura Masiello (Soprintendenza Nazionale per il Patrimonio Archeologico Subacqueo).
Ore 17.00 – “Idee e suggestioni su Taranto bizantina”.
Relatore: Paul Arthur (Università del Salento).
Il pubblico potrà seguire la giornata di studi unicamente in streaming sulla piattaforma Teams al link http://bitly.ws/qxAQ (codice 38qan02).

Commenta l'articolo:

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie secondo quanto descritto nell'Informativa sui Cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi