fbpx

I soci hanno riconfermato Presidente del Csv Taranto Francesco Riondino dell’APMARR che, al suo terzo mandato, guiderà il Centro Servizi Volontariato della provincia di Taranto per i prossimi tre anni.

Questo è l’esito dell’assemblea, tenutasi presso l’Aula Magna Giovanni Paolo II in Piazza Santa Rita, cui hanno partecipato i rappresentanti di oltre ottanta Enti del Terzo Settore locali, che nell’occasione hanno anche approvato all’unanimità il bilancio 2021 e il bilancio sociale del Csv Taranto.

Il rinnovo degli organi sociali ha portato anche all’elezione del nuovo Consiglio Direttivo, che è stato ampliato a nove componenti compreso il Presidente, per tener conto di una base associativa che in questi ultimi anni si è allargata notevolmente, raggiungendo quasi cento soci.

L’organo che amministrerà il Csv Taranto per il prossimo triennio risulta composto da Maria Antonietta Brigida (Federconsumatori), Lucia Parente (Movimento Shalom), Angela Pietra Blasi (Ethra Accademia Sociale), Remo Pezzuto (ARCI territoriale Taranto), Isabella Matarrese (AUSER Territoriale Taranto), Carmen Galluzzo (Ass. “Marco Motolese”), Gennaro Esposito (Ragazzi in Gamba) e Antonella Aleotti (Cittadinanzattiva), con quattro riconferme e quattro nuovi ingressi.

L’assemblea ha poi eletto i componenti dell’Organo di Controllo nelle persone dei professionisti Maria Rosa Chiechi e Franca Todaro (effettivi) e di Angelo Pozzessere e Fernando Ria (supplenti); l’organo sarà presieduto dal Dott. Gianfranco Patino, nominato dall’Organismo Territoriale di Controllo – OTC Puglia e Basilicata in aderenza alle previsioni del Codice del Terzo settore.

Per il Collegio dei Garanti sono stati eletti Cosimo Battista (Il Focolare “A. Petrecca”), Egidio Solfrizzi (ANPI) e Cosimo Scarnera (Motoclub San Martino) quali membri effettivi e Cataldo Galeano (Gruppo Anonimo ’74) e Giuseppe Stasolla (Verso Est) in qualità di supplenti.

Al termine dell’Assemblea, il Presidente Francesco Riondino ha dichiarato «ringrazio i soci per la fiducia accordatami nel confermarmi alla guida del Csv Taranto, consentendomi così di portare avanti un lavoro che, grazie alla collaborazione dello staff e del Direttivo, porto avanti con passione e dedizione dal 2015. La riconferma a Presidente da parte di una assemblea così partecipata è un riconoscimento tangibile di quanto fatto finora, nonostante le tante difficoltà di questi ultimi anni, legate da un lato a tutte le trasformazioni derivanti dalla Riforma del Terzo settore e dall’altro alla pandemia, ed è un forte stimolo a fare di più e meglio”.

«Già da domani – ha poi detto Francesco Riondino – mi rimetterò all’opera, insieme a tutto il Consiglio Direttivo, per portare a compimento il processo di cambiamento che la Riforma impone anche al CSV Taranto: trasformarsi da “mera” struttura di servizi in un’autentica agenzia di sviluppo locale, prossima al volontariato del territorio, che, anche attraverso la collaborazione sinergica con le istituzioni e il mondo del profit del territorio, continui a perseguire il bene comune e a promuovere la partecipazione e la cittadinanza attiva per concretizzare una comunità inclusiva, coesa, resiliente e attenta alle persone più fragili”.

Commenta l'articolo:

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie secondo quanto descritto nell'Informativa sui Cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi