fbpx

ASL BARI

Superate le 7mila vaccinazioni anti-Covid nel fine settimana. Nei primi sei giorni di febbraio, invece, le somministrazioni effettuate ammontano a 41.221, di cui 26.731 terze dosi, 11.397 seconde e 3.093 prime dosi. In questa fase sono in crescita soprattutto le terze dosi, giunte a quota 756.424, numeri in grado di assicurare la protezione all’85,4% della popolazione over 12 che ha completato il ciclo primario almeno quattro mesi fa. Spicca, anche per la terza dose, l’adesione molto forte degli ultraottantenni, coperti con dose “booster” al 96,4%; in genere si registra un’ottima copertura per tutta l’ampia fascia degli over 50 (93,5%) e anche i target più giovani stanno raggiungendo livelli di protezione adeguati: l’85,7% dei 40-49enni ha fatto il richiamo, così come il 79,2% dei 30-39enni, il 74,2 dei 20-29enni e il 56,5% della fascia 12-19 anni.

Nella fascia pediatrica, tra 5 e 11 anni, sinora sono state somministrate oltre 67mila dosi di vaccino. La copertura con prima dose è pari al 54% in tutta la provincia ed è del 36 con doppia dose. Particolarmente elevata l’adesione nella città di Bari, rispettivamente con il 57% (prima dose) e 38% (ciclo completo), ma anche nei comuni più piccoli. Sono infatti ben 13 i centri che hanno oltrepassato la soglia del 60% con prima dose e due, Noci (73%) e Mola di Bari (71%), sono già oltre il 70%.

ASL BAT

Dall’inizio della campagna vaccinale a oggi nella Asl BT sono state somministrate 826.505 dosi di vaccino. Le prime dosi sono 323.783 , le seconde 304.992 e le terze 197.730.

ASL FOGGIA

In provincia di Foggia sono state somministrate dall’avvio della campagna vaccinale anti COVID 1.314.076 dosi. Sono 282.861 le dosi somministrate da Medici di Medicina Generale e Pediatri di libera scelta, 8.822 presso le farmacie convenzionate. Le restanti, presso gli hub e i Punti Vaccinali del territorio. Hanno ricevuto la terza dose di richiamo 318.167 persone.

Sale la copertura vaccinale anche tra i più giovani. Ad oggi hanno ricevuto la prima dose 11.982 bambine e bambini di età compresa tra 5 e 11 anni e 40.599 giovani di età compresa tra 12 e 19 anni.

ASL LECCE

In provincia di Lecce il 55.1% della fascia 5-11 anni ha ricevuto la prima dose di vaccino antiCovid e il 37.4% ha completato la vaccinazione. A quota 40.217 le vaccinazioni pediatriche effettuate finora. La campagna è proseguita nel fine settimana con 5571 vaccinazioni (di cui 172 prime dosi, 1330 seconde dosi e 4069 terze dosi) effettuate tra Punti vaccinali di popolazione, Farmacie e Medici di Medicina generale. Tra queste: 996 nella Caserma Zappalà, 236 nel Museo S. Castromediano di Lecce, 174 nel Centro polivalente di Galatina, 160 nell’Hub di Nardò, 365 nel Complesso Euroitalia di Casarano, 344 nel Pta (Ex Ospedale) di Gagliano del Capo, 593 nella Palestra del Liceo Scienze Umane “Q. Ennio” di Gallipoli, 297 nell’Hub di Poggiardo, 246 nel Pta (Ex Ospedale) di Maglie, 374 nella RSSA comunale di Martano, 230 nel Pta (Ex Ospedale) di Campi, 102 nel Consultorio familiare di Gagliano, 263 dai Medici di Medicina generale, in ambulatorio e a domicilio.

ASL TARANTO

I dati relativi alla campagna vaccinale nella provincia di Taranto hanno registrato, nella giornata di venerdì 5 febbraio, 1.662 dosi totali di vaccino somministrate, delle quali 142 prime dosi, 367 seconde dosi e 1.153 richiami. In particolare, 486 dosi presso l’Arsenale della Marina Militare, 101 dosi presso l’hub drive through a Porte dello Jonio, 179 dosi a Martina Franca e 336 dosi a Manduria. Inoltre, 358 dosi negli ambulatori dei medici di medicina generale e pediatri di libera scelta, 29 dosi a domicilio per pazienti fragili, 173 dosi nelle farmacie abilitate.

ASL BRINDISI

Nella Asl di Brindisi sono 123.926 le dosi erogate finora dai medici di medicina generale e pediatri di libera scelta, di cui 52.056 (42%) in ambito ambulatoriale. Il 17,6% (21.745) delle dosi è stato somministrato a soggetti over 80, il 24,8% (30.782) a soggetti della fascia di età 70-79 anni, il 24,5% (30.396) a soggetti con età tra 60 e 69 anni e il 32,8% (41.003) a soggetti sotto i 60 anni. I soggetti fragili rappresentano la categoria a rischio vaccinata prevalentemente dai medici di famiglia (69.696; 56,2%), seguita dai soggetti con età superiore a 60 anni (30.144; 24,3%), dai soggetti sotto i 60 anni (8.716; 7%) e da altre categorie (15.370; 12,4%).

Commenta l'articolo:

    Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie secondo quanto descritto nell'Informativa sui Cookie. Leggi di più

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

    Chiudi