fbpx

L’opportunità di realizzare infrastrutture informatiche nelle scuole è finanziata dal Pnrr e dai Fondi Europei di Sviluppo Regionale, i cosiddetti FESR, con l’azione denominata “Realizzazione di reti locali sicure, cablate e wireless, nelle scuole”.  Tanti gli istituti scolastici della provincia ionica, destinatari di fondi comunitari per il potenziamento delle reti informatiche (messe a dura prova dalle nuove modalità didattiche a distanza e miste) che si apprestano a realizzare gli interventi previsti. Azioni che si preannunciano fondamentali anche per il dopo pandemia, allo scopo di potenziare l’efficacia delle attività didattiche e amministrative.

L’Ordine degli Ingegneri della provincia di Taranto annovera tra i propri iscritti tecnici professionisti specializzati su questi temi. Professionisti pronti a trasferire alle scuole esperienze ed informazioni che consentano di utilizzare al meglio le risorse economiche disponibili. Si tratta infatti di realizzare reti di trasmissione (SICURE) di dati all’interno degli edifici scolastici, attività prevista dal D.M.37/2008 che regolamenta la realizzazione degli impianti.

Quando la superficie dell’edificio è maggiore di 200 m 2 , o la potenza elettrica è maggiore di 6 kW, la legge dispone la necessità della progettazione degli “impianti elettronici” a cura di un “professionista iscritto agli albi professionali secondo le specifiche competenze tecniche richieste”.

L’Albo degli Ingegneri della provincia di Taranto, che ha uno specifico settore associato a queste competenze (il settore dell’informazione) e il Consiglio Nazionale degli Ingegneri (CNI) si sono dimostrati particolarmente sensibili agli aspetti legati alla sicurezza informatica, prevedendo eventi formativi. Il CNI ha inoltre attivato un gruppo di lavoro, operante nell’ambito del Comitato Italiano degli Ingegneri dell’Informazione (il C3I), nel quale l’Ordine degli Ingegneri di Taranto partecipa attivamente sin dalla prima riunione operativa.  Di tutto ciò, gli istituti scolastici sono stati informati con una nota del nostro Ordine provinciale. Così come il Consiglio Nazionale ha inviato un documento al ministro Bianchi sottolineando l’opportunità, normata dal D.M.37/08, di affidare l’attività di progettazione a professionisti abilitati, evidenziando le competenze degli ingegneri dell’informazione sui temi specifici legati alla sicurezza informatica.

L’Ordine degli Ingegneri della provincia di Taranto è da sempre vicino alla collettività e anche in questo frangente mette a disposizione le competenze dei propri iscritti per migliorare la qualità dei servizi offerti ai nostri giovani e al personale della scuola, che hanno dovuto affrontare periodi difficili a causa della pandemia e che, oggi e nel futuro, necessitano di infrastrutture informatiche all’altezza delle nuove esigenze formative. Gli ingegneri sono pronti a fare il loro lavoro.

Nota di Giovanni Patronelli, presidente Ordine Ingegneri della provincia di Taranto

Commenta l'articolo:

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie secondo quanto descritto nell'Informativa sui Cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi