fbpx

Nelle ultime rilevazioni pervenute dalla Prefettura di Taranto registriamo Martina un’ulteriore impennata dei contagi da Covid. I dati contenuti nel report, riferiti al 6 gennaio, sono i seguenti: 1211 persone positive ai test molecolari e antigenici e 70 in quarantena. Nella precedente comunicazione le persone positive erano 652 e quelle in quarantena 140. La percentuale di contagiati relativa alla popolazione della nostra Città è pari al 2,49%, ancora inferiore a quella nazionale ma superiore a quella regionale dell’1,25%.

Un elevato numero di contagi riguarda la fascia di età compresa fra i 12 e i 18 anni, nella quale si registrano 100 casi (a cui si aggiungono 44 casi nella fascia di età 6-11 anni), in un periodo in cui le scuole sono rimaste chiuse da alcune settimane. Quindi, in vista della riapertura delle scuole, l’invito che rivolgiamo alle famiglie è quello di vigilare più di prima sullo stato di salute dei propri figli e di consentire loro di andare a scuola solo se totalmente privi di sintomi.

Ciò è necessario perché l’attività didattica possa riprendere in presenza in tutta sicurezza. Ringraziamo le famiglie martinesi per il senso di responsabilità dimostrato con una elevata adesione alla campagna vaccinale, come evidenzia la percentuale di bambini sottoposti alla prima dose che sta per superare il 50%. Ringraziamo ancora una volta i pediatri di Martina e Crispiano per lo sforzo che stanno compiendo in aggiunta al personale sanitario già impegnato anche nelle vaccinazioni di tutte le altre fasce di età. L’alta percentuale delle vaccinazione sta garantendo un ricorso molto limitato al ricovero ospedaliero e la cura dei positivi a domicilio. Invitiamo gli adulti che non hanno ancora provveduto a vaccinarsi a seguire l’esempio dei bambini e delle loro famiglie.

Infine, rinnoviamo l’invito a rispettare rigorosamente le misure di prevenzione, a cominciare dall’obbligo di indossare la mascherina anche all’aperto e di estendere il più possibile l’uso della FFP2 che, ricordiamo, è obbligatoria a bordo di tutti i mezzi di trasporto e all’interno di teatri, cinema, palazzetti e stadi.

Commenta l'articolo:

    Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie secondo quanto descritto nell'Informativa sui Cookie. Leggi di più

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

    Chiudi