fbpx

Nota di Giampaolo Vietri (Fratelli d’Italia). “Quale giusta ricompensa per aver svenduto Taranto Melucci ha ricevuto la nomina a consigliere del presidente Emiliano. Taranto infatti era già commissariata da Emiliano che la gestiva con l’assenso del debolissimo ex sindaco; vedasi ad esempio i Giochi del Mediterraneo che saranno direttamente gestiti da Michele Emiliano e company. Infatti Melucci, che da sindaco era presidente del Comitato organizzatore dei giochi, ha affidato all’ agenzia della regionale Asset, tutta la parte esecutiva degli investimenti da realizzare entro il 2026, individuando Elio Sannicandro, capo di questa agenzia e uomo di punta di Emiliano, quale direttore dei giochi. Un patrimonio da 300 milioni di euro destinato ai Giochi sarà, dunque, gestito da Sannicandro, già assessore di Emiliano quando era sindaco di Bari. Sannicandro, a cui la giunta regionale attraverso una convenzione tra regione, Asset e Autorità Portuale del Mar Ionio, ha anche affidato le sorti del porto di Taranto.

Sannicandro, ovvero Asset ovvero Emiliano, cureranno l’attuazione della progettazione e l’esecuzione delle opere pubbliche e la pianificazione urbanistica del porto. Come se nel nostro territorio non ci fossero professionalità, dirigenti, uomini e donne eccellenti cui affidare tali incarichi. Elio Sannicandro invece andava bene nonostante era indagato nell’inchiesta riguardante l’appalto milionario per la realizzazione del nuovo ospedale di Taranto; appalto aggiudicato ad una azienda del barese. Così come anche era indagato nell’inchiesta della Procura di Bari, riguardante gli appalti per le opere di mitigazione del rischio idrogeologico.

Il dott. Sannicandro, nominato direttore di Asset da Emiliano, e per suo conto, sul porto come sui Giochi del Mediterraneo deciderà le sorti del nostro territorio grazie all’assenso di Melucci che sperando di essere ricandidato a sindaco non ha detto una sola parola! Cosi come Melucci non ha battuto i pugni a Bari per la grave emergenza sanitaria a Taranto, cosi come inoltre in quattro anni e mezzo non ha proferito una sola parola in favore dei voli passeggeri dall’aeroporto di Grottaglie sempre per non disturbare il conducente. Queste sono verità scottanti che Melucci ha tenuto nascoste grazie al fumo fatto con la regata e i murales. Taranto diventata terra di conquista per Emiliano poiché svenduta dall’ex sindaco Melucci per il quale veniva prima la sua ricandidatura che le sorti del territorio tant’è che una volta mandato a casa ottiene una poltrona da consigliere del presidente! Mentre ai tarantini non restano che le tasse al massimo, il caos della raccolta differenziata, le strade distrutte e l’aumento delle aree di parcheggio a pagamento.”

Commenta l'articolo:

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie secondo quanto descritto nell'Informativa sui Cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi