fbpx

Hotspot, Perrini: “Taranto non può essere per il Governo la città di inquinamento-immigrazione-indifferenza”

“Inquinamento e Immigrati e Indifferenza: sono le tre I che il governo nazionale riserva a Taranto, la città Cenerentola d’Italia sulla quale da qualche anno viene anche scaricato il peso dell’accoglienza dei migranti. L’ultimo arrivo massiccio è stato qualche giorno fa, oltre 300. Ma questa volta ad aggravare la situazione è stata la presenza di positivi fra loro, alcuni dei quali hanno forzato la recinzione e sono scappati. Dove sono e quanto sono pericolosi per la salute pubblica, perché fonte di contagio.

Insomma, mentre agli italiani verrà chiesto, fra un po’, pure il Green Pass per fare la spesa i clandestini, anche positivi, possono circolare liberamente. Nei giorni scorsi ne ho parlato anche con l’assessore alla Sanità, Lopalco, perché anche la Regione si attivi. Al livello nazionale e alla Camera sarà, invece, il coordinatore regionale e presidente nazionale Dipartimento Sanità di Fratelli d’Italia, on. Gemmato, a interrogare il Governo nei prossimi giorni.

Per questo stamattina, anche in qualità di vice coordinatore di Fratelli d’Italia, sono stato davanti all’hotspot di Taranto – insieme al coordinatore provinciale e al suo vice, Iaia e Maiorano, il responsabile organizzativo Pavone, il vicepresidente nazionale del Dipartimento Sicurezza di FdI, on. Lucaselli, e tutto il Dipartimento sicurezza e legalità della città di Taranto – per chiedere garanzie per la sicurezza e dignità per gli immigrati e le Forze dell’ordine.”.

Commenta l'articolo:

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie secondo quanto descritto nell'Informativa sui Cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi