fbpx

Ambiente, Cassese (M5S): “Su incendio discarica abusiva Grottaglie depositata interrogazione”

“In merito all’incendio avvenuto a Grottaglie all’interno della discarica abusiva in località Paparazio, ho presentato una interrogazione per chiedere al Ministro di competenza se è stato già attivato il Nucleo dei Carabinieri forestali per tutte le opportune verifiche e quali iniziative intenda intraprendere per contrastare gli abbandoni abusivi dei rifiuti. Il nostro territorio è scosso, giustamente preoccupato che simili incidenti possano ripetersi. E soprattutto non ne può più di discariche.” Così il deputato Gianpaolo Cassese annuncia il suo intervento in ambito parlamentare attraverso l’atto tempestivamente depositato per attenzionare il Governo sulla vicenda.

“Il mio impegno insieme ai cittadini grottagliesi per contrastare gli assurdi progetti di ampliamento e moltiplicazione di discariche sul nostro territorio è noto, così come è nota la tenacia che abbiamo impiegato per liberarlo infine da questi impianti invasivi ed inquinanti, supportati dalla Amministrazione uscente a cui va sicuramente la nostra riconoscenza. Abbiamo contrastato le autorizzazioni ad ulteriori discariche, ancor più contrasteremo fenomeni di abusivismo, illegalità, inciviltà che sfregiano terra e aria” prosegue.

“La presenza su tutto il territorio nazionale di discariche abusive, dietro cui spesso si nascondono malaffare e criminalità organizzata, è un annoso problema che va contrastato e che non ha risparmiato la Puglia, dove il fenomeno è in crescita costante, con continui incendi, capaci di liberare sostanze altamente tossiche che avvelenano aria e terreni, mettendo a rischio la catena alimentare e la salute e la sicurezza dei cittadini. La provincia di Taranto in particolare ne è colpita – aggiunge – con un proliferare nel corso degli anni di discariche autorizzate, a cui si sono andate aggiungendo, senza soluzione di continuità, quelle abusive, caricando il nostro territorio territorio, già alle prese con la problematica degli impatti ambientali dell’industria pesante, di ulteriori insopportabili fonti inquinanti”.
“Va chiesto massimo impegno sia alle amministrazioni locali sia al Governo affinché, nei rispettivi ambiti di competenza, mettano in campo tutte le azioni necessarie per rimuovere questo problema.” Conclude.

 

(foto di repertorio)

Commenta l'articolo:

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie secondo quanto descritto nell'Informativa sui Cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi