fbpx

Donazione multiorgano all’ospedale Perrino di Brindisi

La famiglia di un uomo di 45 anni, deceduto ieri sera nell’ospedale Perrino a seguito di un danno cerebrale evoluto in morte encefalica, ha dato il consenso alla donazione degli organi. Dopo alcuni casi di opposizione, questa è la seconda donazione del 2021.
L’attività di osservazione è cominciata nel pomeriggio di ieri, 15 luglio. Allertato il Centro Regionale Trapianti, le attività sono proseguite nella notte in sala operatoria con équipe arrivate da Bari, che hanno lavorato insieme a quelle di Urologia e Oculistica dell’ospedale Perrino. Le operazioni si sono concluse alle 7 di questa mattina.
Il coordinatore delle attività di prelievo del Perrino, dottor Massimo Calò, esprime immensa riconoscenza alla moglie che si è mostrata da subito favorevole alla donazione, e ringrazia tutti i professionisti e gli operatori sanitari coinvolti nel delicato processo.
“Siamo vicini ai familiari per la grave perdita – dichiara il direttore generale Giuseppe Pasqualone – un dolore simile è difficile da sopportare per una vita ancora così giovane. Ringrazio la famiglia, anche a nome di tutta la direzione aziendale, per aver espresso l’assenso alla donazione e aver contribuito a salvare altre vite”.

Commenta l'articolo:

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie secondo quanto descritto nell'Informativa sui Cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi