fbpx

Riuso e solidarietà, l’iniziativa di Kyma Ambiente e Comune di Taranto

Riuso e solidarietà. Kyma Ambiente e gli assessorati all’Ambiente e ai Servizi Sociali del Comune di Taranto protagonisti di una iniziativa che unisce il tema del recupero e riuso a quello dell’aiuto alle famiglie in difficoltà. Nello specifico, grazie al recupero di una intera cameretta, destinata inizialmente allo smaltimento, è stato possibile donare mobili e letti al completo a una famiglia che ne aveva bisogno.

Kyma Ambiente si è occupata di ritirare tutte le parti della cameretta (e di consegnarle al destinatario), facendo in modo che venisse riutilizzata anziché avviata in discarica. L’assessorato ai Servizi Sociali, attraverso una apposita istruttoria, ha invece individuato la famiglia destinataria. Questa mattina, nell’autoparco aziendale, erano presenti il presidente Giampiero Mancarelli, gli assessori Gabriella Ficocelli e Paolo Castronovi.

Duplice la valenza della collaborazione: da un lato si è dato slancio concreto al concetto di riuso, su cui l’azienda sta fortemente puntando; dall’altro si aiutano l’ambiente e soprattutto quei nuclei familiari che possono così beneficiare di un sostegno.

«Questo progetto è solo il punto di partenza di un percorso virtuoso – ha commentato il presidente Mancarelli – che nelle prossime settimane avrà una decisa accelerazione, grazie al lancio dell’applicazione Riciclario e della cosiddetta bacheca del riuso, una funzione appena attivata. Ci auguriamo che in questo modo iniziative come questa, frutto di una bellissima sinergia, possano moltiplicarsi».

«Sperimentiamo una nuova concezione del riuso, abbinato alla solidarietà. Un gesto gentile che vede partecipi l’Assessorato all’Ambiente e l’Assessorato ai Servizi Sociali – ha commentato l’assessore Gabriella Ficocelli – nel far da tramite per la donazione di una stanzetta per bambini da una famiglia nei confronti di un’altra. Ringraziamo Kyma Ambiente per aver intercettato questa disponibilità e le nostre Assistenti Sociali per l’attenzione e la cura che riservano alle famiglie che seguono».

«Abbiamo voluto dare un segnale preciso e positivo ai cittadini – ha sottolineato l’assessore Castronovi -: con il recupero e riuso, in questo caso di una cameretta, possiamo cambiare le nostre abitudini, sostenendo l’ambiente e chi ha bisogno. È un processo culturale su cui l’amministrazione Melucci vuole insistere, e siamo felici di questo passo».

Commenta l'articolo:

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie secondo quanto descritto nell'Informativa sui Cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi