fbpx

Ancora attivo il bando Start 2021 a sostegno dei lavoratori dello spettacolo

Ancora attivo il bando promosso dalla Regione Puglia “Start 2021” volto a sostenere il settore dello spettacolo del nostro territorio. L’Avviso prevede un bonus, nella forma di una sovvenzione una tantum, pari a 2.000 euro, per i lavoratori autonomi dello spettacolo gravati dalle molteplici difficoltà causate dell’emergenza epidemiologica Covid-19.

La dotazione finanziaria messa a disposizione dalla Regione Puglia è di 4.000.000 euro, con l’obiettivo di sostenere il lavoro autonomo, preservare la competitività economica e la coesione sociale.

L’Avviso è rivolto a:

– liberi professionisti, titolari di partita iva già attiva alla data del 1° febbraio 2020 purché non di natura commerciale d’impresa;

– i titolari di contratti di collaborazione coordinata e continuativa, o a progetto, attivi alla data del primo febbraio 2020, iscritti al Fondo Pensioni lavoratori dello Spettacolo – INPS (ex Gestione ENPALS);

– i titolari di almeno un contratto di collaborazione occasionale attivo nel corso dell’esercizio finanziario 2020, iscritti al Fondo Pensioni lavoratori dello Spettacolo – INPS (ex Gestione ENPALS).

La procedura sarà attiva fino alle ore 12.00 del 13 luglio 2021 sulla pagina www.sistema.puglia.it/start2021 e sino ad esaurimento risorse. Per la partecipazione al bando è necessario essere titolare di una utenza SPID di livello 2 o CIE ed effettuare l’accesso al portale Sistema Puglia attraverso uno di questi canali ed essere in possesso di indirizzo di posta elettronica certificata.
Inoltre è stata prorogata la possibilità di presentare una nuova candidatura da parte degli esclusi, con provvedimento successivo al 12/03/2021, al bando “Start 2020” a sostegno dei lavoratori autonomi.

Infatti coloro i quali si trovassero in tale condizione potranno presentare esclusivamente una ulteriore e nuova istanza di candidatura comunque non oltre le ore 12.00 del 24/06/2021. Lo scrive in una nota Mino Borraccino, Consigliere del Presidente della Regione Puglia per l’attuazione del piano per Taranto.

Commenta l'articolo:

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie secondo quanto descritto nell'Informativa sui Cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi