fbpx

Servizi antiabusivismo della Polizia Stradale: sigilli ad una autofficina

Il personale della Sezione Polizia Stradale di Taranto, nel corso dei continui controlli amministrativi finalizzati a reprimere il fenomeno dell’abusivismo commerciale, ha effettuato un controllo presso un locale nel Comune di Grottaglie, adibito ad autofficina abusiva per la riparazione di motoveicoli.

Nel corso degli accertamenti i poliziotti hanno rilevato violazioni di carattere amministrativo in materia di gestione dell’attività commerciale – artigianale perché il proprietario esercitava abusivamente l’attività di autoriparatore di moto senza la prescritta denuncia di inizio attività alla Camera di Commercio di Taranto.

Gli agenti della Polstrada hanno così sequestrato ed apposto i sigilli a tutte le attrezzature e le strumentazioni utilizzate per l’esercizio dell’attività abusiva: un banco da lavoro con annessi utensili per officina meccanica, un ponte sollevatore auto, generatore di corrente, saldatrici, ricambi di moto usati e utensileria varia.

Al titolare dell’officina abusiva è stata elevata una sanzione amministrativa pari a 5.000 euro circa.

Il continuo e serrato monitoraggio che la Polizia Stradale sta attuando nel settore degli autoriparatori, con costanti controlli amministrativi, pone in evidenza il dilagante fenomeno dell’abusivismo al quale si sta tentando di dare concrete risposte, consci delle gravi ripercussioni che la situazione ha sull’economia locale e dei danni che ne derivano ai tanti che operano in regime di assoluto rispetto delle normative che regolamentano quel comparto.

Ruba su un’auto in sosta: 47enne arrestato dalla Polizia di Stato

Il personale delle Volanti è intervenuto all’ora di pranzo in pieno centro cittadino dove era stato segnalato un furto a bordo di un’auto parcheggiata in strada. Un uomo, dopo aver tentato di rubare all’interno di un’autovettura in sosta, era alle prese con i residenti della zona che, allarmati dalle urla della proprietaria, erano scesi instrada per fermarlo.
Il ladro è stato sorpreso dai poliziotti mentre fronteggiava alcune persone, minacciandole con un coccio di bottiglia.

Con non poche difficoltà l’uomo, un pregiudicato tarantino senza fissa dimora di 47 anni, è stato fermato e reso innocuo dagli agenti della Volante. In suo possesso, durante la perquisizione personale, sono stati trovati un coltello a serramanico della lunghezza di 15 cm ed alcuni attrezzi atti allo scasso.

Il successivo sopralluogo ha permesso di accertare, anche attraverso la testimonianza della proprietaria dell’auto, che il ladro con un grosso sasso aveva cercato di infrangere – senza successo – il finestrino posteriore del mezzo e poi, incurante della urla della donna che dal balcone di casa stava assistendo alla scena, con lo stesso sasso aveva mandato in frantumi il finestrino anteriore.
La sua azione era stata poi bloccata dall’arrivo dei residenti.
L’uomo, accompagnato negli uffici della Questura, è stato arrestato per tentato furto aggravato, possesso ingiustificato di arnesi atti allo scasso e porto ingiustificato di coltello.
Dopo le formalità di rito, è stato accompagnato presso la locale Casa Circondariale.

Commenta l'articolo:

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie secondo quanto descritto nell'Informativa sui Cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi