fbpx

Il Pums entra nel contratto di servizio di Kyma Mobilità

Con l’approvazione in Giunta di alcune importanti modifiche, il contratto di servizio di Kyma Ambiente diviene sempre più rispondente alle prospettive del Pums, il Piano Urbano della Mobilità Sostenibile varato dall’amministrazione Melucci nel 2019.

In previsione della progressiva attuazione del piano, i cui effetti a regime saranno il decongestionamento del traffico, l’abbattimento delle emissioni e un radicale cambiamento della mobilità cittadina, l’esecutivo guidato da Rinaldo Melucci ha rivisto alcune clausole riguardanti il contratto con Kyma Mobilità, soprattutto per quanto riguarda l’affidamento della gestione dei parcheggi pubblici, estendendone la durata fino al 31 dicembre 2026.

«Uno degli obiettivi del nuovo Pums – ha spiegato Paolo Castronovi, assessore all’Ambiente e alle Società Partecipate – sarà la riduzione del traffico veicolare di puro attraversamento in quelle zone in cui il traffico tende naturalmente a congestionarsi. Grazie all’ausilio di nuove tecnologie elettroniche, come la lettura delle targhe, spingeremo i cittadini che devono solo attraversare la città a utilizzare il Ponte Punta Penna».

«Le misure approvate in Giunta – ha poi commentato Gianni Cataldino, assessore alla Polizia Locale e Mobilità – svilupperanno ulteriormente la nostra sinergia con Kyma Mobilità. L’obiettivo finale del Pums è rendere fluido e scorrevole il traffico in tutta la città, scoraggiando l’utilizzo dell’auto privata e incentivando l’uso di mezzi alternativi. In tal senso abbiamo già fatto passi da gigante, con 24 nuovi autobus ibridi in circolazione da gennaio, e completeremo con le nuove linee BRT. Taranto sta cambiando!».

«Kyma Mobilità – ha detto la presidente Giorgia Gira – gestirà anche i parcheggi di scambio all’ingresso della città, “Cimino” e “Croce”. Qui, al fine di agevolare e incentivare la mobilità sostenibile, saranno introdotti sistemi di scambio per i passeggeri tra autobus extraurbani e autobus urbani, nonché tra veicoli privati e autobus urbani, nonché biciclette, motocicli o monopattini da noleggiare sul posto. In questi parcheggi, infine, sarà anche attivato il servizio “park and ride” che prevede la sosta gratuita delle autovetture per chi acquista un biglietto per usare l’autobus per recarsi in città».

Commenta l'articolo:

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie secondo quanto descritto nell'Informativa sui Cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi