fbpx

Mazzarano su scorie nucleari alla Cemerad

“Oltre 6.000 fusti di scorie nucleari ancora presenti alla Cemerad di Statte”. Il consigliere regionale del Pd Michele Mazzarano interviene in merito alla grave questione evidenziata dalla Commissione Bicamerale Ecomafie che riguarda la provincia jonica.
“È indispensabile – continua il consigliere regionale – individuare rapidamente nuovi finanziamenti necessari alla rimozione, cui dovrà procedere la Sogin. La prima tranche di risorse stanziate dal Governo nel 2015, ammontanti a 10 milioni di euro, si è rivelata insufficiente a garantire la continuità delle operazioni di rimozione. Per proseguire vanno messi a disposizione ulteriori 3 milioni”.
“Il Governo è chiamato a dare risposte per evitare di lasciare ancora in loco scorie altamente pericolose, peraltro senza l’opportuna sorveglianza. Va risolta definitivamente una vicenda aperta da troppo tempo con pesanti rischi per la salute dei cittadini”.
“Questa annosa vicenda – conclude Mazzarano – è occasione per ribadire la netta contrarietà delle popolazioni all’indicazione di siti pugliesi e jonici nella Carta nazionale delle aree potenzialmente Idonee (Cnapi), come possibili depositi nazionali di scorie nucleari e radioattive”.

Commenta l'articolo:

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie secondo quanto descritto nell'Informativa sui Cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi