fbpx

Settimana di controlli in Città Vecchia

I poliziotti del Commissariato Borgo, della Sezione Volanti, dei Falchi della Squadra Mobile e della Divisione di Polizia Amministrativa, congiuntamente al personale della Polizia Locale, hanno passato al setaccio tutto il Borgo Antico di Taranto. Obiettivo principale è quello di porre freno all’illegalità diffusa.

Nel mirino delle forze di polizia, il controllo dei mezzi circolanti su strada (alcuni dei quali talvolta abbandonati nei vicoli), la verifica – in appartamenti privati e esercizi commerciali – del corretto approvvigionamento di corrente elettrica, fino agli accertamenti sulle condizioni igieniche di alcuni prodotti alimentari, pesce e mitili in special modo, messi in vendita sulla pubblica via.

Sette sono state le auto poste sotto sequestro perché prive di assicurazione e per la stessa inosservanza sono stati anche sequestrati 11 motocicli, tre dei quali trovati abbandonati ed in precarie condizioni privi anche di alcune parti meccaniche. Quest’ultimi, compreso tre barche abbandonate su via Garibaldi, sono poi state rimosse con l’intervento del personale di Kyma Ambiente.
Numerosi i negozi ed i circoli privati controllati: in uno di questi, i poliziotti hanno sorpreso 15 persone intente a festeggiare un compleanno con uso di birra. Tutti i presenti, tra i quali 10 gravati da pregiudizi penali, hanno mostrato segni di nervosismo, rendendo complicate le procedure di identificazione.

Riportati alla calma, i 15 avventori del circolo sono stati sanzionati per le violazioni alle disposizioni di contrasto all’emergenza epidemiologica. Il gestore del club privato, un tarantino di 46 anni è stato sanzionato amministrativamente. Il circolo è stato immediatamente chiuso.

Con la collaborazione dei tecnici specializzati di Enel Distribuzione sono stati controllati alcuni stabili, dove vi era il fondato sospetto di allacci fraudolenti alla rete elettrica nazionale.
In tre abitazioni private, infatti sono stati scoperti altrettanti by pass che eludevano di fatto il contatore principale. Per i tre inquilini degli appartamenti in questione è scattata la denuncia per furto di energia elettrica. Circa 30.00 euro il danno quantificato all’ente distributore di energia.
In via Garibaldi, congiuntamente al personale della Polizia Locale e della ASL competente per territorio, sono stati anche sequestrati circa 25 kg di cozze, messe in vendita sulla pubblica via, sia sfuse che confezionate in vaschette di plastica.

Commenta l'articolo:

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie secondo quanto descritto nell'Informativa sui Cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi