fbpx

Arsenale, CONFSAL UNSA: a rischio l’applicazione del Protocollo per gestione rischio Covid-19

“Ancora una volta la burocrazia risulta essere un forte ostacolo al corretto svolgimento dell’azione amministrativa e, nel nostro caso, può rappresentare un serio rischio per la salute dei lavoratori dell’Arsenale di Taranto.

Il segretario provinciale CONFSAL UNSA sig. Cosimo GUALANO a partire dal mese di dicembre, alle prime avvisaglie dell’esaurimento delle scorte di Igienizzante – Disinfettante e prodotti per le postazioni di lavoro, si era attivato per stabilire la natura del problema.

La gestione dell’appalto per l’acquisto delle forniture è stata incredibilmente affidata a Marintendenza Augusta attraverso bandi per l’assegnazione trimestrale delle commesse non ricorrendo alla gestione “in house” come sarebbe stato auspicabile. Dopo il primo bando dello scorso anno, andato a buon fine, dal mese di ottobre non vi è più traccia della nuova gara.

Da circa un mese le riserve di igienizzante – disinfettante – ecc. sono oramai esaurite pertanto la CONFSAL UNSA è già intervenuta presso la Direzione Arsenale allertando anche la Segreteria Nazionale UNSA – ROMA rammentando gli obblighi derivanti dal “Protocollo quadro per il rientro in sicurezza” in particolare che le Amministrazioni: “garantiscano la quotidiana pulizia ed igiene accurata degli ambienti lavorativi, delle postazioni individuali di lavoro, dei servizi igienici e degli spazi comuni e degli impianti (come sanificazione periodica delle tastiere, telefoni, pulsantiere ascensori) nonché programmi la sanificazione routinaria dei suddetti luoghi di lavoro”.

A tale problematica si aggiunga che dall’inizio di quest’anno sono state ridotte le risorse destinate all’appalto con conseguente diminuzione delle pulizie/igienizzazioni dei luoghi di lavoro e delle necessarie sanificazioni.

Duole segnalare che la Direzione Arsenale non ha sentito la necessità di coinvolgere le rappresentanze sindacali che tanto si sono impegnate in questi mesi per un protocollo condiviso.

La CONFSAL UNSA ritenendo che la salute dei dipendenti possa essere a rischio ha richiesto alla Direzione Arsenale un immediato intervento anche attraverso una diversa rimodulazione delle attività lavorative in presenza come previsto dalle norme oltre ad aver sollecitato con la RSU e le oo.ss. un incontro urgente del Comitato istituito presso l’Arsenale per l’applicazione e la verifica del protocollo Covid-19.

La Confsal Unsa si riserva di attivare ulteriori azioni, anche legali, qualora le condizioni di sicurezza non dovessero essere ripristinate.”

Comunicato di CONFSAL UNSA.

Commenta l'articolo:

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie secondo quanto descritto nell'Informativa sui Cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi