fbpx

Digital MArTA: ecco i primi appuntamenti culturali in formato digitale

Preannuncia la sua grande stagione di convegni e conferenze, tutte in modalità on line, il Museo Archeologico Nazionale di Taranto, che già nei giorni scorsi aveva chiarito la sua posizione attraverso le parole della direttrice Eva Degl’Innocenti. Saremo chiusi fisicamente – aveva detto – ma non lasceremo il nostro avamposto di presenza culturale e sociale.

Una presenza che per il momento sarà digitale mostrando però anche la grande reattività di una istituzione che opera su Taranto, uno dei territori più complessi ma anche più stimolanti del panorama nazionale, e che per questo non tutela solo la storia passata dell’ex colonia spartana, ma si impegna quotidianamente nel contribuire a scriverne una per il futuro.

Un “past for future” che accompagna da sempre l’azione del MArTA e che per tutti i mercoledì fino al prossimo metà dicembre caratterizzerà l’appuntamento con le video conferenze in diretta sull’account Facebook del Museo Archeologico Nazionale di Taranto.

L’appuntamento di domani 11 novembre ben interpreta questa condizione tra passato e futuro che il MArTA ha voluto.

Protagonista della video conferenza, che partirà in diretta Facebook dalle ore 18.00, sarà infatti il MArTA LAB, il laboratorio digitale creativo del MArTA, specializzato in stampa 3 D e digitale delle collezioni del museo che racconta l’esperienza dei Fab Lab nel rapporto con i musei. Relatore insieme alla direttrice Eva Degl’Innocenti, sarà infatti Nicola Madeddu, maker, formatore e fondatore di PaLEoS Srl che dal 2020 gestisce il laboratorio di fabbricazione digitale del Museo di Taranto.

La cultura ha bisogno di trasmettersi, a volte anche rigenerandosi diventando “oggetto” di sensibilità comune – dice Eva Degl’Innocenti – per questo da un anno parliamo ai ragazzi attraverso il MArTA Lab mostrando i reperti sotto un’altra luce.

Prova del successo di questo impegno sono le iscrizioni ai due laboratori on line previsti per giovedì 12 e venerdì 13 novembre.

Sul sito del MArTA Lab i più giovani, ma non solo, potranno infatti imparare a ricreare un medaglione o disegnare e stampare in 3D un vaso a figure rosse e dopo l’iscrizione all’indirizzo https://www.martalab.com/laboratori-online scegliere una fascia oraria e interagire direttamente con uno dei formatori.

I prossimi appuntamenti con i mercoledì del MArTA saranno tutti in modalità telematica:

– il 18 novembre con la conferenza su “Italia Meridionale e mondo miceneo: quale rapporto” del prof. Marco Pacciarelli docente del Dipartimento Studi Umanistici dell’Università Federico II di Napoli;

– il 25 novembre con la prof.ssa Francesca Silvestrelli del Dipartimento di Beni Culturali dell’Università del Salento che parlerà delle “Donne al loutherion;

– il 2 dicembre con “Il tempio di Athena e la più antica storia di Poseidonia” con la relazione del prof. Fausto Longo del Dipartimento di Scienze del patrimonio culturale dell’Università degli Studi di Salerno;

– il 9 dicembre con il prof. Carlo Rescigno del Dipartimento di Lettere e Beni Culturali dell’Università di Studi della Campania che ci porterà “A Sud del Vesuvio. La più antica storia di Pompei e dei centri vesuviani”;

– e infine straordinariamente di giovedì 17 dicembre con un ritorno sul territorio di Taranto con la relazione su “Torre Castelluccia: un centro esemplare dell’età del bronzo nel Golfo di Taranto” con le relazioni del prof. Alessandro Vanzetti del Dipartimento di Scienze dell’antichità de “La Sapienza” di Roma e delle archeologhe Flavia Palazzini e Elisa Pizzuti.

Tutti gli appuntamenti saranno trasmessi in diretta streaming alle ore 18.00 sulla pagina Facebook del MArTA di Taranto all’indirizzo https://www.facebook.com/MuseoMARTA/

Commenta l'articolo:

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie secondo quanto descritto nell'Informativa sui Cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi