fbpx

Fondovalle Sangro, Turco: “Accelerata un’opera strategica per l’Abruzzo”

“Accelerare un’opera strategica vuol dire creare i presupposti per nuovi insediamenti produttivi e per creare nuove economie. Per questo mi sono speso in prima persona per velocizzare la Fondovalle Sangro, un investimento già deliberato al Cipe per un totale di 120 milioni, una tra le più importanti infrastrutture abruzzesi, che permetterà a partire dalle fine del 2022 un collegamento veloce e dinamico tra il versante adriatico e la parte interna della Regione. In questo modo andremo ad valorizzare ed incentivare anche il settore turistico”. Così il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, con delega alla programmazione economica e agli investimenti, Sen. Mario turco, che nel pomeriggio ha visitato il cantiere accompagnato dal Senatore Luciano D’Alfonso, dai tecnici ANAS, dall’impresa esecutrice dei lavori, dai sindaci e amministratori della Val di Sangro.

“Stiamo cercando anche di accelerare gli investimenti del Sisma 2009 – ha spiegato oggi l’esponente di Governo – Nella prossima delibera Cipe, di concerto con il Ministro per il Sud e Regione Abruzzo, abbiamo fatto una riprogrammazione complessiva di fondi Por/Fse-Fesr per 218 milioni di euro, con una dotazione iniziale di 158 milioni”.

In mattinata al Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Sen. Mario Turco, è stato insignito a Quadri, in provincia di Chieti, della cittadinanza onoraria per il suo impegno governativo.

“Ringrazio il Sindaco, i consiglieri del Comune di Quadri e i Sindaci della Val di Sangro, così come il Prefetto e il Presidente della Provincia di Chieti per l’organizzazione dell’evento e per l’importante riconoscimento  – Un grazie sincero al Sottosegretario ai rapporti con il Parlamento, sen. Gianluca Castaldi, e al Presidente della Commissione Finanze del Senato, sen. Luciano D’Alfonso, per avermi coinvolto nella soluzione ad alcune criticità relative a quest’opera strategica, così come sulle problematiche attinenti al sisma del 2009 e agli invasi e ai rifornimenti idrici”.

(foto di repertorio)

Commenta l'articolo:

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie secondo quanto descritto nell'Informativa sui Cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi