fbpx

Scuola, Bitetti: test rapidi anti Covid

“A pochi giorni dall’inizio dell’anno scolastico non mancano problemi e criticità da risolvere soprattutto sul versante della risposta sanitaria da offrire contro il Covid 19. Le attuali norme prevedono , nel caso di una accertata positività a carico di un alunno, lo screening di massa su compagni, genitori, docenti e personale scolastico con relativa paralisi dell’attività scolastica. I tamponi necessitano infatti di 24-48 ore per essere processati in laboratorio. Una situazione che sta determinando apprensione soprattutto tra i pediatri considerato che, i bambini al di sotto dei sei anni, con l’arrivo dell’autunno tendono ad ammalarsi con maggiore frequenza con fenomeni febbrili che nulla potrebbero avere a che fare con il temuto virus.

Per questo sollecito il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano a dotare medici di base e pediatri , così come stanno facendo altre Regioni, di test anti Covid rapidi che forniscono risultati in pochi minuti, massimo mezz’ora. I tamponi rapidi risultano utili per effettuare screening di massa veloci o comunque per individuare persone infette con alta carica virale. In caso di positività, si procede con il tampone tradizionale mentre i soggetti negativi possono rapidamente tornare a frequentare la scuola senza essere sottoposti ad un inutile isolamento.”
Lo scrive in una nota Piero Bitetti, consigliere comunale e provinciale di Taranto.

 

(foto di repertorio)

Commenta l'articolo:

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie secondo quanto descritto nell'Informativa sui Cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi