fbpx

Carburante agricolo: maggiorate le concessioni del 50%

Il Dipartimento regionale Agricoltura ha adottato in data 15 settembre 2020 il provvedimento di concessione di ulteriore carburante agricolo ad accisa agevolata finalizzata allo svolgimento delle operazioni agronomiche delle imprese agricole.

Con questo atto si offre alle imprese la possibilità di maggiorare del 50% le concessioni già effettuate in precedenza con il “Modello Unico per l’anno 2020”. Il provvedimento è stato reso necessario per compensare le criticità riscontrate dagli operatori provati dalle avverse condizioni climatiche degli ultimi mesi caratterizzati da una rilevante siccità alternata a piogge intense e violente.

La richiesta potrà essere fatta utilizzando la procedura telematica semplificata attraverso il portale UMA WEB.

Grazie all’ulteriore contributo concesso, gli agricoltori potranno procedere con le impegnative attività di questo particolare e delicato periodo dell’anno che prevedono, tra le altre cose, le operazioni necessarie alla vendemmia e all’avvio dell’imminente campagna olivicola, oltre che tutte le pratiche seminative delle colture cerealicole e ortofrutticole.

La Regione concede più carburante agevolato, Cia Puglia: “Passo importante”

Con propria determinazione, la Regione Puglia ha concesso la maggiorazione del 50% dei quantitativi di accredito d’imposta per il tramite del carburante ad accisa agevolata, come indicati dal D.M. 30/12/2015, destinata ai trattamenti e alle lavorazioni del terreno già concessi, agli erbai, alla vite da tavola e da vino, all’olivo, alle ortive da pieno campo (pomodoro, zucca, cocomero, melone), ai seminativi, alla arboricoltura da frutto polposo e in guscio, agli oliveti ed agli agrumeti nel territorio della Regione Puglia, limitatamente all’annualità 2020. La maggiorazione è stata disposta in favore delle aziende agricole che presenteranno apposita istanza al portale UMA WEB e che hanno già richiesto e ottenuto per le medesime particelle la concessione dell’accredito d’imposta per il tramite del carburante ad accisa agevolata con l’originaria istanza “Modello Unico per l’anno 2020” e abbiano già dichiarato di possedere mezzi e attrezzature utili alle operazioni di trattamenti fitosanitari e lavorazioni del terreno. “E’ un provvedimento che va nella direzione che CIA Agricoltori Italiani della Puglia aveva fortemente auspicato e caldeggiato”, ha dichiarato il presidente regionale Raffaele Carrabba. La Regione Puglia ha dato mandato a InnovaPuglia S.p.A. di inserire nel sistema UMA WEB la maggiorazione del 50% dei quantitativi già concessi di accredito d’imposta per il tramite del carburante ad accisa agevolata, come indicati dal D.M. 30/12/2015, in favore delle aziende agricole che hanno già richiesto ed ottenuto la concessione del medesimo accredito d’imposta, per le operazioni relative ai trattamenti fitosanitari e alle lavorazioni del terreno, sui seguenti ordinamenti colturali: erbai, vite da tavola e da vino, olivo, ortive da pieno campo (pomodoro, zucca, cocomero, melone), seminativi, arboricoltura da frutto polposo e in guscio, oliveti ed agrumeti per l’intero territorio della Regione Puglia. “Si tratta di un atto concreto e un passo importante compiuto dall’ente Regione per alleviare almeno in parte la drastica riduzione di reddito e il rilevante aumento dei costi a cui hanno dovuto fare fronte migliaia di imprese agricole pugliesi”, ha dichiarato Raffaele Carrabba.

Commenta l'articolo:

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie secondo quanto descritto nell'Informativa sui Cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi