fbpx

Zes Jonica, nuova riunione del Comitato di indirizzo

“Investimenti ed agevolazioni fiscali per le realtà che opereranno nelle aree della “Zona Doganale interclusa”, per la quale va avanti l’iter di definizione intorno al più grande tema della Zona Economica Speciale dello Ionio.  E’ stato questo in sintesi l’oggetto della riunione odierna del Comitato di indirizzo della Zes ionica, presieduta dal presidente dell’Autorità di sistema portuale del Mar Ionio, Sergio Prete, alla quale ho partecipato in rappresentanza della Regione Puglia.

Presenti l’assessore Francesco Cupparo della Regione Basilicata, Antonio Mattia della Presidenza del Consiglio dei Ministri, l’ingegner Caravaglione, in rappresentanza del Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture.

Abbiamo deciso all’unanimità, di inviare al Comune di Grottaglie e all’Asi di Matera richiesta di far pervenire, entro il 15 di settembre, le aree perimetrate per la zona doganale interclusa.

E’ importante procedere in questa direzione, perché questo strumento consentirà, all’interno di quelle aree, e quindi alla nostra provincia nell’area prospiciente all’aeroporto di Grottaglie, la possibilità di ulteriori investimenti con maggiori agevolazioni previste proprio in quelle zone. Oltre alla possibilità di usufruire del credito d’imposta, si verrebbe a creare, infatti, una sorta di no tax area per quelle realtà che si insedieranno ed opereranno su quei territori, favorendone lo sviluppo economico.

Inoltre abbiamo deciso di chiedere al Governo centrale, nello spirito di collaborazione istituzionale che ci anima, alcuni chiarimenti circa la nomina del commissario straordinario, come dalla ultima legge di bilancio, oltre che chiarimenti rispetto ad alcune azioni autorizzative che il Comitato di indirizzo della zona economica speciale interregionale ionica dovrà mettere in campo. Infine, consulteremo i 25 comuni che fanno parte delle aree perimetrate Zes, sia della Puglia che della Basilicata, per la predisposizione di pacchetti agevolativi per quanto riguarda l’insediamento nelle proprie aree da parte di imprese che decideranno di investire nelle aree perimetrate Zes.  Abbiamo chiuso la riunione con la volontà di allestire, in tempi rapidi, anche attraverso le giovani start up presenti all’interno dell’incubatore del porto di Taranto, la possibilità della realizzazione di un sito internet per la promozione della Zona economica speciale dello Ionio.  Il Comitato di indirizzo della Zes ionica tornerà a riunirsi nella prima metà di settembre.”

Lo scrive Mino Borraccino,  Assessore allo Sviluppo Economico  Regione Puglia.

Commenta l'articolo:

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie secondo quanto descritto nell'Informativa sui Cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi