fbpx

AM, Rizzo: “Attendiamo un Accordo di Programma ed una nuova occasione di sviluppo”

“Come sempre un’Italia che gira a due velocità e, come sempre, il criterio è “due pesi e due misure”. Ecco che a Trieste, ed esattamente nell’area della Ferriera di Servola, viene sottoscritto un Accordo di Programma e si centra un obiettivo importante. A Taranto non vengono rispettati i lavoratori, non si dialoga con il sindacato, ci si prende gioco delle Istituzioni, fino a lasciare i commissari, quindi il Governo, fuori dalla fabbrica. Taranto terra franca, dove ogni cosa è concessa!

A Trieste, come anche in altre realtà del Nord, esiste il confronto, l’individuazione della meta, la condivisione del percorso. Per Taranto si decide altrove, sempre e comunque sulla base di valutazioni distanti dagli interessi di lavoratori e comunità.

Ci aspettiamo finalmente un netto cambio di passo, un colpo di reni da parte del Governo.

I ministri Patuanelli e Catalfo si adoperino per dare risposte anche sui temi della cassa integrazione e sui ritardi per l’appalto. Riflettano inoltre su come utilizzare i quasi 2 miliardi chiesti dalla multinazionale per i propri comodi, destinandoli piuttosto a soluzioni mirate a ripensare il futuro della città in ottica riconversione. Attendiamo anche qui un Accordo di Programma ed una nuova opportunità di sviluppo economico, svincolata da chi intende fare profitto sfruttando e mettendo a rischio la forza lavoro.”
Lo scrive Franco Rizzo, coordinatore provinciale Usb Taranto.

Commenta l'articolo:

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie secondo quanto descritto nell'Informativa sui Cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi