fbpx

Profitto da attività illecite, denunciati coniugi che percepivano il reddito di cittadinanza

I carabinieri della Stazione Taranto Principale, al termine di specifiche indagini sul fenomeno delle “truffe online” hanno smascherato una coppia di coniugi tarantini che, oltre a tale reato, percepivano illecitamente il reddito di cittadinanza.

Gli inquirenti hanno infatti appurato che i due, entrambi con precedenti penali, percepivano un vero e proprio “reddito illecito” derivante dalla propria, fiorente attività di truffatori online.

Inoltre, al fine di poter percepire entrambi il beneficio del reddito di cittadinanza, la donna aveva falsamente dichiarato, all’atto della presentazione della domanda, di risiedere stabilmente in una località difforme rispetto al marito ed ai figli, ma, in seguito ad accurati controlli dei carabinieri, è stato inconfutabilmente rilevato che i due vivevano insieme.

Da tale situazione, oltre alla denuncia per truffa ai danni degli ignari acquirenti, è scattata anche la denuncia per “truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche” in quanto la coppia ha percepito in modo indebito dallo Stato più di 9000 euro. Entrambi sono stati segnalati all’INPS che ha provveduto a sospendere l’erogazione del reddito di cittadinanza nei loro confronti.

Commenta l'articolo:

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie secondo quanto descritto nell'Informativa sui Cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi