“Appuntamento con il mito – Ercole” al MArTa

“Il mito di Ercole rivisitato attraverso un percorso teatralizzato, che punterà i riflettori sui capolavori custoditi nelle sale del MArTA, che hanno come protagonista il semidio della mitologia greca, e con un approfondimento conclusivo a cura di Giovanni Guarino; questo ciò che attende coloro che prenderanno parte al secondo Appuntamento con il mito, previsto per domenica 10 ottobre”. Così il direttore del Museo Archeologico Nazionale di Taranto Eva Degl’Innocenti presenta l’iniziativa del 10 novembre prossimo al MArTA, nell’ambito del ciclo “Appuntamenti con il mito: il Teatro al Museo”. Un percorso tematico teatralizzato su Ercole e i suoi miti.

Una rassegna inserita nella programmazione della mostra “Mitomania. Storie ritrovate di uomini ed eroi”, a cura del Collettivo di ricerche espressive e sperimentazione teatrale (Crest), guidato dalla presidente Clara Cottino, nell’ambito del progetto “Heroes” sostenuto dalla Regione Puglia/Assessorato Industria Culturale e del protocollo di intesa tra il MArTa e il Crest. A curare gli “Appuntamenti con il Mito” Giovanni Guarino del Crest. “Eracle è stato celebrato in ogni modo, soprattutto dal cinema – continua il direttore del MArTA – Questo percorso, studiato appositamente dal Crest, coinvolgerà tutte le fasce di età, comprese le famiglie con bambini”, conclude il direttore Eva Degl’Innocenti.

APPUNTAMENTI CON IL MITO: IL TEATRO AL MUSEO

Si rinnova la collaborazione con il Collettivo di ricerche espressive e sperimentazione teatrale – Crest, guidato dalla presidente Clara Cottino. Rassegna inserita nella programmazione della mostra “Mitomania”, nell’ambito del progetto “Heroes” sostenuto dalla Regione Puglia/Assessorato Industria Culturale. – Domenica 10 novembre 2019, dalle 11.00 alle 12.30. Appuntamento con il mito – Ercole.

Percorso tematico teatralizzato su Ercole e i suoi miti; Accesso con l’acquisto del biglietto del museo Prossimo ‘Appuntamenti con il Mito: il Teatro al Museo” al MArTA: – 24 novembre 2019: Appuntamenti con il Mito – Persefone, dalle 11.00 alle 12.30

PER INFO E PRENOTAZIONI Tel. 099-4538639 o mail: prenotazioni@novaapulia.it

UFFICIO COMUNICAZIONE E PROMOZIONE Tel. 099-4532112 o mail: man-ta.comunicazione@beniculturali.it

Per i MERCOLEDÌ DEL MArTA

Conferenza Nell’atelier del ceramografo: il Pittore dell’Ilioupersis e la sua Officina a cura della Prof.ssa Carmela Roscino Mercoledì 13 novembre 2019 h. 18:00 Sala Incontri – Museo Archeologico Nazionale di Taranto

“Un’occasione unica per conoscere lo straordinario patrimonio archeologico della Puglia rappresentato dalla ceramica apula, nelle creazioni del pittore dell’Ilioupersis. Un’arte che il Museo Archeologico Nazionale di Taranto ha ulteriormente valorizzato anche con la mostra Mitomania, visitabile fino al 10 novembre”. Così Eva Degl’Innocenti, direttore del Museo Archeologico Nazionale di Taranto, presenta l’incontro del 13 novembre 2019, alle ore 18:00, presso la Sala Incontri del MArTA: una conferenza dal titolo Nell’atelier del ceramografo: il Pittore dell’Ilioupersis e la sua Officina a cura della Professoressa Carmela Roscino (Università degli Studi “Aldo Moro” di Bari).

Nell’ambito dei “Mercoledì del MArTA”, il 13 novembre 2019 alle ore 18:00, presso la Sala Incontri del Museo Archeologico Nazionale di Taranto, si terrà la conferenza dal titolo “Nell’atelier del ceramografo: il Pittore dell’Ilioupersis e la sua Officina” a cura della Prof.ssa Carmela Roscino (Università degli Studi Aldo Moro di Bari). Continua con questa conferenza il ciclo di incontri, dedicato specificamente ai miti e alle produzioni della ceramica apula, connessi alla mostra temporanea del MArTA “MitoMania.

Storie ritrovate di uomini ed eroi”, in corso fino al 10 novembre 2019. Il Pittore dell’Ilioupersis, che prende il nome da un cratere a volute raffigurante la conquista di Troia al British Museum di Londra, è uno dei maggiori esponenti della ceramografia apula della fase dell’Apulo Medio, attivo a Taranto all’incirca tra il 365 e il 350 a.C. Raffinato, creativo ed innovativo nello stile, egli diede vita ad una consistente produzione di vasi a figure rosse decorati con temi di differente registro, dal mitologico al quotidiano, influenzando direttamente altri ceramografi di vario livello tecnico che si ritiene abbiano composto la sua Officina. Nel corso della conversazione si tratteggeranno gli aspetti emergenti dell’attività di questo importante atelier così come essi possono ricostruirsi in base ai dati a nostra disposizione, dalla selezione delle forme vascolari a quella dei temi figurativi, dai metodi di composizione delle opere del maestro alla possibile distinzione di diverse linee produttive e alla definizione delle direttrici di distribuzione e destinazione dei manufatti dipinti. L’ingresso alla conferenza sarà gratuito

Commenta l'articolo:

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie secondo quanto descritto nell'Informativa sui Cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi