La Quero-Chiloiro va alla conquista della Toscana

Sembra comune che dopo un lungo viaggio ci sia il riposo, ma non è stato così per i guerrieri della Quero-Chiloiro che, dopo otto ore di trasferta, hanno condotto egregiamente delle dure battaglie sul ring allestito dalla Boxing Club Calenzano, la società del tecnico ex campione italiano professionista Ivano Biagi, che ha invitato a un confronto la società tarantina nella giornata del 26 ottobre. Organizzata presso lo Star Event di Calenzano, in provincia di Firenze, la riunione pugilistica di questo sabato appena trascorso è stata incentrata sul confronto tra una delle migliori società toscane e la società tarantina campione d’Italia in carica per quest’anno; sullo sfondo, protagonista assoluto dell’evento sportivo, il match dei pesi supermedi tra il pupillo di casa al debutto Leonardo Balli e Gianmarco Ciofani.
La squadra della Quero-Chiloiro, accompagnata dai tecnici Cosimo Quero e Donato Buonfrate, è tornata a casa all’alba della domenica con un bottino di tre vittorie e quattro sconfitte, un buon numero per un confronto in trasferta, il quale denota una preparazione atletica e tecnica costante e incessante per la società rossoblù puntualmente presente agli impegni regionali e nazionali di questa stagione pugilistica.
Delle tre vittorie pugliesi, due sono da attribuire a Maffei e Galeone, atleti della Quero-Chiloiro, l’altra è del boxeur brindisino Galluzzo della gemellata Rodio Brindisi. Di grande tensione agonistica è stato il match tra l’élite 75 kg Giuliano Galeone e Christian Preci della Boxing club Calenzano, in cui il tarantino non ha lasciato fiato all’avversario tra colpi di attacco e schivate in un corpo a corpo senza sosta della durata di tre riprese; a seguire, la vittoria ai punti per l’élite 60 kg Domenico Maffei sul toscano Devid Pazzagli, che gli è valso l’aggiornamento del record a 21 vittorie, 7 pari e 9 sconfitte; e ancora, spettacolo sul ring anche nel match tra lo youth 81 kg Giovanni Galluzzo della Rodio Brindisi ed Edoardo Taddeucci, in cui il pugilato tecnico e i colpi di sbarramento hanno dominato sull’aggressività. La prima sconfitta della Quero-Chiloiro, invece, è arrivata nel match élite 81 kg di Hisham Tosom battuto da Nicola Marra, tra scambi continui e colpi del tarantino che ha dovuto fronteggiare la solidità fisica di un avversario mostratosi poco sensibile alla sua incisività; inoltre, sconfitta per lo youth 64 kg Marcello Fico inflitta da Andrea Salvatici e dello junior 66 kg Alessandro Donvito per mano di Pasquale Salzillo; infine, l’élite 81 kg Vito Potenza della Pugilistica Taranto, sotto tono e un po’ rallentato ha perso contro lo scattante Davide Biagi, figlio del Biagi che ha organizzato l’evento.

Commenta l'articolo:

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie secondo quanto descritto nell'Informativa sui Cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi