Ruba in un centro commerciale, arrestato

A Taranto, un 49enne pregiudicato, segnalato dalla vigilanza come persona sospetta, ha prima dichiarato ai poliziotti che non era in possesso di automobile e che era arrivato al centro commerciale con l’autobus. Le dichiarazioni non hanno convinto i poliziotti della Volante che hanno poi anche trovato un’auto a lui intestata nel parcheggio. Così, sotto il sedile lato guida, è stata trovata una pistola giocattolo modificata e priva del tappo rosso, tre coltelli ed una bomboletta di spray urticante, mentre nel cofano posteriore, oltre a numerosi arnesi atti allo scasso, sono state recuperate due grosse buste contenenti abbigliamento e merce varia appena rubata dai negozi del centro commerciale. Presso la sua abitazione, i colleghi hanno recuperato numerosi capi d’abbigliamento provvisti di cartellino e regolare placca antitaccheggio e prodotti cosmetici ancora confezionati, tutti di provenienza furtiva per un valore economico stimato in circa 2 mila euro. Per lui sono scattate le manette.

Un tarantino di 27 anni è stato sorpreso dalla Volante mentre stava uscendo dal perimetro di un istituto scolastico dopo essersi creato un varco nella recinzione.
È stato bloccato dai poliziotti e trovato in possesso di un arnese in metallo con il quale aveva in precedenza infranto una vetrata della scuola per poi introdursi nell’istituto scolastico.
È stato denunciato per tentato furto.

Un Pardog beige è stato trovato dagli agenti della Stradale mentre vagava sul Ponte Punta Penna di Taranto.
Il cane, sicuramente abbandonato dal suo proprietario, visibilmente spaesato ed impaurito, si è subito lasciato coccolare dai poliziotti, che lo hanno messo in sicurezza, per poi affidarlo ai veterinari dell’ASL.

L’AIDAA, Associazione Italiana Difesa Randagia Animali e Ambiente, ha registrato solo nella prima settimana di giugno 2019 oltre 350 telefonate di segnalazione di cani abbandonati sul ciglio della strada.

Le stime dicono che l’80% di questi cani muore per strada aspettando il ritorno di quello che considera il suo maggiore amico.
Un animale che vaga sulle strade rappresenta anche per gli automobilisti che sono costretti il più delle volte, per evitare di investirlo, ad azzardare manovre pericolose.

 

 

 

 

Le “Mele dell’AISM” come ogni anno contribuiscono alla raccolta fondi per la ricerca scientifica sulla sclerosi multipla. Nell’ambito delle tre giornate nazionali di raccolta fondi, la Polizia di Stato ha ospitato presso la Caserma D’Oria, sede del XV Reparto Mobile, la Sezione di Taranto dell’AISM per sostenere anche noi il progetto “Giovani oltre la sclerosi multipla”.

Commenta l'articolo:

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie secondo quanto descritto nell'Informativa sui Cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi