fbpx

Chiudono le sedi regionali di SkyTg24

Cgil Puglia ed Slc: incontro urgente con la task force regionale

“Cgil Puglia e Slc Puglia richiedono con urgenza un incontro alla task force regionale per l’occupazione per affrontare la vertenza Sky a seguito del cambio d’appalto di Videobank S.p.a. in vigore dal 1° settembre, l’azienda a cui SkyTg24 ha affidato i propri servizi regionali per i collegamenti live, il montaggio dei servizi, il deposito delle attrezzature e l’archivio storico.

E’dal primo settembre infatti che le sedi regionali Sky tg 24 hanno chiuso le proprie strutture lavorative dislocate sul territorio nazionale. Il cambio di appalto ha comportato il licenziamento dei dipendenti, 46 in tutta Italia, di cui 6 in Puglia. Parliamo di lavoratori con esperienza pluriennale e competenze avanzate, sottoposti per anni a disponibilità lavorative h24 con contratti nettamente a loro sfavore. I nuovi appaltatori hanno avviato il reclutamento di altri lavoratori che verteranno in condizione di ulteriore precarietà, in quanto saranno sottopagati e sfruttati per un impegno che andrà oltre le dieci ore giornaliere e che comporterà anche altre mansioni accessorie. Lavoratori con esperienza ventennale licenziati e sostituiti da un nuovo appalto che non ha orari prestabiliti, dipende dalla chiamata di Sky, e che prevede un solo operatore per troupe contravvenendo così al rispetto delle norme sulla salute e sulla sicurezza.

“Ci aspettiamo che una grande azienda come Sky possa rivolgere l’attenzione e la sensibilità dovute verso i propri dipendenti con un’assunzione di responsabilità sulla questione affinché competenze ed esperienze accumulate in questi anni non vadano disperse in favore di una riduzione dei costi del lavoro e una messa al bando del rispetto delle norme sulla sicurezza – dichiarano in una nota congiunta Pino Gesmundo e Nicola di Ceglie, Segretari generale di Cgil e Slc Cgil Puglia”

La richiesta di incontro urgente alla task force regionale è la prima delle iniziative utili a carattere sindacale che stiamo attivando a tutela dei lavoratori licenziati. Stiamo valutando anche l’idea di intraprendere iniziative legali.”

Commenta l'articolo:

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie secondo quanto descritto nell'Informativa sui Cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi