Venditori ambulanti sanzionati per migliaia di euro a Grottaglie

Proseguono i controlli amministrativi del Commissariato di Grottaglie (TA). Per un venditore ambulante, che esercitava l’attività di vendita di meloni ed angurie senza autorizzazioni, è scattata la sanzione di 5 mila euro ed il sequestro della merce, che è stata donata all’Istituto Suore di Santa Chiara in Grottaglie. Un altro venditore ambulante è stato sanzionato per 1000 euro perché esercitava il commercio di lumache in un’area vietata dal Comune di Grottaglie per motivi di sicurezza stradale.

 

Due cugini grottagliesi sono stati arrestati dagli agenti del Commissariato di Grottaglie per spaccio di sostanza stupefacente e di detenzione e porto non autorizzato di fucile semiautomatico con matricola alterata e di provenienza illecita, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere. Grazie alle immagini estrapolate dalle telecamere, si è accertato che i due cugini utilizzavano un’abitazione di campagna, e il terreno circostante, come nascondiglio di sostanze stupefacenti che successivamente rivendevano a terzi acquirenti. Peraltro, uno dei due cugini era già stato tratto in arresto perché immortalato dalle telecamere mentre cercava di occultare un fucile automatico del tipo “Kalashikov” ed è rimasto coinvolto nell’operazione “Dirty Money” eseguita sempre dal Commissariato, per reati di estorsione e usura ai danni di un imprenditore agricolo grottagliese.

 

Un 17enne è stato aggredito e trasportato al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Marina Franca (TA) con il volto tumefatto ed il setto nasale rotto.

I poliziotti del Commissariato hanno ricostruito la dinamica dell’episodio: un giovane che conosceva lo aveva aggredito e, dopo averlo violentemente percosso, gli aveva rubato anche il telefono cellulare, minacciando ulteriori conseguenze se avesse dato notizia dell’accaduto alle Forze dell’Ordine.

Davanti alle incalzanti domande dei poliziotti, il 24enne non ha potuto far altro che ammettere le sue responsabilità. Per lui è scattata la denuncia per lesioni personali aggravate, minacce e rapina.

Commenta l'articolo:

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie secondo quanto descritto nell'Informativa sui Cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi