Sfruttamento del lavoro, due denunce della Polizia

Due 46enni, un uomo ed una donna, sono stati denunciati dalla Squadra Mobile di Taranto per di intermediazione illecita e sfruttamento di lavoro. Durante i mirati servizi predisposti dal Questore di Taranto dr. Giuseppe Bellassai per il contrasto al fenomeno del caporalato, il personale si è accorto della presenza, in contrada “Campofreddo” nell’agro di Grottaglie, di un camion e di un gruppo di braccianti intenti al taglio dell’uva ed al successivo confezionamento all’interno di apposite cassette.
Oltre ai nove lavoratori, sul posto era presente anche il datore di lavoro, titolare dell’azienda agricola. Una delle donne presenti era sprovvista di regolare contratto di lavoro, per cui era da considerarsi lavoratrice in nero e a nulla è valso il tentativo del datore di lavoro di presentare la documentazione relativa all’assunzione della donna, che riportava sì la stessa data ma ad un orario successivo al controllo di polizia.
Tutti i lavoratori hanno riferito di aver trovato quell’impiego grazie all’intermediazione della 46enne denunciata, formalmente assunta come bracciante agricola. Gli stessi braccianti hanno riferito di non avere contezza dell’esatto importo della retribuzione giornaliera e che solo il giorno prima venivano a conoscenza, per via telefonica dalla donna, se erano impiegati.

 

Personale del Commissariato di Manduria ha rinvenuto, in aperta campagna, nascosto tra gli arbusti, un armadio con la serratura forzata, contenente tre fucili da caccia di cui due doppiette.
Dopo gli esami della Polizia Scientifica, è emerso che le armi sono provento di un furto perpetrato nel brindisino lo scorso mese di giugno.

Commenta l'articolo:

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie secondo quanto descritto nell'Informativa sui Cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi