fbpx

Uilm Taranto: Nota sollecito Corsi formativi per i lavoratori Ilva in As – Avviso IV_Regione Puglia

“La scrivente organizzazione sindacale, in relazione all’oggetto ed in prosieguo alle risultanze dell’ultimo incontro sul tema specifico svoltosi in Bari presso la sede della Regione Puglia in data 21 marzo 2019 alla presenza dei responsabili della Task Force Lavoro, Settore promozione e Tutela del Lavoro e membri di Giunta ed in ordine alla ns. comunicazione di sollecito del 20 maggio 2019, significhiamo quanto segue: necessita il massimo sforzo e la massima attenzione di chiunque nel rivolgere tutte le accortezze possibili verso questi lavoratori, in special modo da parte dei soggetti istituzionali chiamati ad assolvere ruoli e funzioni tesi a porre in essere ogni provvedimento necessario a tutela di queste maestranze.

Tanto premesso, a giudizio della scrivente, urge e non è più rinviabile la concreta e fattiva riattivazione del bando Regionale (ex avviso IV/2017) concernente l’ inserimento in percorsi formativi e di riqualificazione dei cassintegrati a zero ore per la rapida attuazione del bando istruttivo previsto per l’anno 2019 circa l’avvenuta realizzazione da parte di codesto Ente di un Avviso pubblico inerente i Piani formativi. Nel ribadire l’immediatezza di avvio del Piano formativo quale misura imprescindibile poichè finalizzata al primo ed immediato percorso di aggiornamento ed al rinforzo del bagaglio di competenze professionali per i lavoratori Ilva in Amministrazione Straordinaria nonché per l’integrazione al reddito da CIGS a zero ore.

Inoltre, riteniamo fondamentale detto strumento formativo poichè inteso quale elemento propedeutico per i lavoratori teso allo svolgimento delle attività di bonifica da compiersi, nondimeno la maggiore versatilità di impiego all’interno di ArcelorMittal Italia in direzione dell’accordo del 06.09.2018.

La UILM, considerati i tempi fin troppo maturi ed i rivolti solleciti, altrettanto minuziosi e puntuali, rivolge l’ulteriore sollecito ad una convocazione urgente, finalizzata esclusivamente all’esecutività della misura in favore dei lavoratori, in mancanza della quale partiremo nei prossimi giorni dalla convocazione di un’assemblea con le maestranze presso la sede della Regione Puglia per definire tutte le iniziative necessarie a sostegno di quanto rivendicato.”

Lo scrive UILM Taranto.

Biagio Prisciano (Fim Cisl): “Formazione i lavoratori gravati dalla crisi non possono più attendere”

A distanza di alcuni mesi dall’annuncio dell’imminente pubblicazione del bando Regionale (ex avviso IV/2017) – concernente l’inserimento in percorsi formativi e di riqualificazione di cassa integrati a zero ore per la rapida attuazione del bando formativo per il 2019 – la scrivente organizzazione sindacale FIM CISL, considerato il preoccupante silenzio assordante registratosi sull’importante questione, con la presente sollecita gli enti in indirizzo, affinché si attivino per garantire ai lavoratori gravati dalla crisi gli strumenti previsti dalla legge e dagli accordi sottoscritti.  Il tutto, alla luce dell’incontro tenuto in data 21 marzo 2019 in Regione, relativamente l’inserimento in percorsi formativi e di riqualificazione di cassa integrati a zero ore per la rapida attuazione del bando formativo per il 2019, nonché ai successi solleciti rimasti ad oggi inevasi, anche in virtù delle notizie apprese nei mesi scorsi dalla stampa, circa l’avvenuta realizzazione da parte della Regione Puglia di un Avviso Pubblico inerente i Piani Formativi.

La scrivente FIM CISL, inoltre, ricorda che nel corso di precedenti incontri anche del Comitato Monitoraggio Sistema Economico Produttivo ed Aree di Crisi (Sepac) della Regione Puglia con le organizzazioni sindacali e la direzione aziendale dell’Ilva Spa in AS, era stato formalmente chiesto di estendere la formazione anche ai lavoratori del bacino area di crisi complessa, ribadendo più volte l’importanza di dar concretezza a tutte le misure tese alla salvaguardia della professionalizzazione e reddito dei lavoratori, utile anche quale forma di sostegno al reddito.  Per la FIM CISL il piano formativo è finalizzato ad un primo ed immediato percorso di aggiornamento e/o rinforzo del bagaglio di competenze professionali per i lavoratori Ilva in Amministrazione Straordinaria per (Integrazione al reddito) a zero ore, utile anche per  l’attuazione dell’atteso percorso delle opere bonifica in capo ad Ilva in AS.  Per quanto sopra, si sollecita una convocazione urgente, finalizzata alla ripartenza del tavolo di confronto.  I lavoratori gravati dalla crisi non possono più attendere.

Commenta l'articolo:

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie secondo quanto descritto nell'Informativa sui Cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi