PESCHERIA ABUSIVA SEQUESTRATA DAL NAS A STATTE

I carabinieri della Stazione di Statte (Ta), coadiuvati da militari del Nucleo Antisofisticazione e Sanità di Taranto hanno denunciato in stato di libertà, alla Procura della Repubblica del capoluogo jonico, un 42enne, pregiudicato, del posto sorpreso mentre vendeva mitili e prodotti ittici in condizioni igienico-sanitarie non idonee ed in totale assenza di autorizzazioni e licenze, presso la sua “pescheria abusiva”.

Nel corso del controllo è stato accertato che l’uomo, dopo aver occupato abusivamente un piccolo deposito idrico nel centro cittadino, aveva messo in piedi una vera e propria “pescheria abusiva”; in particolare i prodotti ittici messi in vendita, tra cui mitili e frutti di mare erano in un cattivo stato di conservazione, accantonati nel deposito sprovvisto tra l’altro di corrente elettrica e quindi anche dei frigoriferi necessari per la conservazione del prodotto.

I prodotti ittici rinvenuti, pari a circa 100 kg. sono stati sequestrati e distrutti mentre il locale e l’attrezzatura sono stati sequestrati e messi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Al 42enne è stata altresì comminata una sanzione amministrativa per l’importo di 3.000 euro.

Commenta l'articolo:

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie secondo quanto descritto nell'Informativa sui Cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi