METTIAMOCI ALL’OPERA 2019 AL VIA DAL 12 GIUGNO

Dal 12 giugno al 29 luglio la rassegna di incontri, conversazioni e film legata al 45° Festival della Valle d’Itria

Al via da mercoledì 12 giugno la nuova edizione di Mettiamoci all’Opera, la rassegna di incontri, conversazioni e film che la Fondazione Paolo Grassi di Martina Franca costruisce annualmente attorno alla programmazione Festival della Valle d’Itria per approfondirne i temi e con l’obiettivo di accompagnare il pubblico verso una più consapevole fruizione degli spettacoli messi in scena.

L’iniziativa si colloca fra le più riuscite in ambito di audience development a livello nazionale, sia per la preparazione del pubblico che per lo stimolo alla partecipazione, non soltanto attraverso occasioni di approfondimento, ma anche mediante formule promozionali: confermata infatti anche la possibilità di usufruire di un biglietto omaggio per uno degli spettacoli del Festival a quei partecipanti che frequenteranno almeno sette dei dieci appuntamenti previsti.

Il primo incontro si terrà mercoledì 12 giugno, alle ore 19.00 nell’Auditorium della Fondazione Paolo Grassi (via Metastasio 20, Martina Franca) e sarà dedicato all’operetta in prima italiana Coscoletto di Offenbach, in scena al Palazzo Ducale il prossimo 19 luglio in occasione del 200° anniversario della nascita del celebre compositore francese. Ospiti Mario Desiati e Sandro Cappelletto, firme di primo piano dell’editoria e del giornalismo contemporaneo, che hanno curato la traduzione del libretto dal tedesco all’italiano e la sua versione ritmica e che, durante la conversazione sveleranno i “segreti” di questo divertente lavoro teatrale ambientato a Napoli.

Una preziosa opportunità per comprendere i motivi e il contesto storico-culturale dei titoli scelti per il cartellone 2019 del Festival sarà l’incontro del primo luglio con il direttore artistico Alberto Triola, che introdurrà al pubblico il tema della 45ª edizione Albori e bagliori. Napoli e l’Europa: il secolo d’oro.

Numerosi gli appuntamenti dedicati a Paolo Grassi nel centenario della nascita e al quale il Festival è dedicato: il 12 luglio Alberto Mattioli, giornalista e critico musicale del quotidiano «La Stampa», terrà una conversazione dal titolo Mettersi all’opera. Il teatro civile degli italiani, nel segno della lezione di Grassi. Il 5 luglio protagonista dell’incontro organizzato in collaborazione con il Presidio del Libro di Martina Franca, sarà Selene Guerrieri: figlia di Gerardo Guerrieri – che con Grassi diresse la celebre collana “Collezione di Teatro” per Einaudi –, presenterà il suo ultimo libro dedicato al padre, intitolato Gerardo Guerrieri: un palcoscenico pieno di sogni. Il 18 luglio Benedetto Sicca e Giovanni Soresi converseranno sull’argomento Se Paolo Grassi oggi, indagando il senso della lezione di Grassi nel nostro tempo e, parallelamente, approfondiranno l’idea registica dello spettacolo Per tutti!, in programma nel Chiostro di San Domenico il 27 luglio.

Rientra sempre nel programma “1919-2019 Paolo Grassi 100 a Martina Franca” l’incontro del 15 luglio Dialogo sopra le due verità, organizzato in collaborazione con il Comando 16° Stormo dell’Aeronautica Militare e ispirato al testo Vita di Galileo, opera teatrale di Bertolt Brecht e spettacolo paradigmatico di Giorgio Strehler, nonché capolavoro organizzativo di Paolo Grassi, in vista anche del notturno musicale dal titolo Galileo sotto le stelle, in scena il 29 luglio. Al centro della conversazione sarà il rapporto tra teatro, scienza e politica, dal titolo a cui prenderanno parte Mario Castellana, storico della scienza, Giacinto Gianfiglio e Walter Villadei, ingegneri dell’ESA, l’Agenzia Spaziale Europea.

Tra gli appuntamenti in programma anche tre proiezioni che rientrano nel ciclo cinematografico Il 45° Festival della Valle d’Itria nel linguaggio cinematografico, a cura di Angela Maria Centrone: Rachel sta per sposarsi di Jonathan Demme (24 giugno), La ciociara di Vittorio De Sica (27 giugno), Hannah e le sue sorelle di Woody Allen (9 luglio). Il tema del ciclo è “Sfaccettature femminili” ed è dedicato a tutte le protagoniste delle opere in scena, dal 16 luglio al 4 agosto, del Festival che raccontano vite di donne in conflitto con se stesse e con un mondo, spesso, declinato al maschile.

Chiude la rassegna la lectio di Domenico Giannetta del 29 luglio dedicata a Ecuba, raro capolavoro belcantista di Nicola Manfroce, di cui ha firmato l’edizione critica, affidata per questa produzione martinese al direttore musicale del Festival, Fabio Luisi, in scena al Palazzo Ducale il 30 luglio e il 4 agosto.

METTIAMOCI ALL’OPERA

programma

 

mercoledì 12 giugno 2019, ore 19.00

L’amore è un veleno che non uccide

Mario Desiati e Sandro Cappelletto raccontano Coscoletto di Offenbach

lunedì 24 giugno 2019, ore 19.00

Rachel sta per sposarsi (Rachel Getting Married, 2008) di Jonathan Demme

Un matrimonio come opportunità per superare traumi e dissidi familiari

giovedì 27 giugno 2019, ore 19.00

La ciociara (1960) di Vittorio De Sica

Da Ecuba a Cesira. Donne in guerra

lunedì 1 luglio 2019, ore 19.00

Albori e bagliori. Napoli e l’Europa: il secolo d’oro

Alberto Triola racconta il tema della 45ª edizione del Festival della Valle d’Itria

venerdì 5 luglio 2019, ore 19.00

Gerardo Guerrieri: un palcoscenico pieno di sogni

Incontro con Selene Guerrieri

In collaborazione con il Presidio del Libro di Martina Franca

martedì 9 luglio 2019, ore 19.00

Hannah e le sue sorelle (Hannah and her sisters, 1986) di Woody Allen

Donne dimezzate fra emotività e autorealizzazione

venerdì 12 luglio 2019, ore 19.00

Mettersi all’opera. Il teatro civile degli italiani

Conversazione con Alberto Mattioli

lunedì 15 luglio 2019, ore 17.00

Dialogo sopra le due verità

Teatro, scienza e politica: riflessioni sul tema con Mario Castellana, Giacinto Gianfiglio e Walter Villadei

In collaborazione con il Comando 16° Stormo dell’Aeronautica Militare

giovedì 18 luglio 2019, ore 19.00

Se Paolo Grassi oggi

Conversazione tra Benedetto Sicca e Giovanni Soresi

lunedì 29 luglio 2019, ore 19.00

Tra Napoli e Parigi: l’Ecuba di Manfroce

Conversazione con Domenico Giannetta

www.festivaldellavalleditria.it
stampa@festivaldellavalleditria.it

 

Commenta l'articolo:

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie secondo quanto descritto nell'Informativa sui Cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi