fbpx

In seguito all’interrogatorio di garanzia, nell’ambito dell’inchiesta sulla morte del 66enne di Manduria Antonio Cosimo Stano, con le accuse di tortura, sequestro di persona, danneggiamento e violazione di domicilio, il gip del Tribunale per i minorenni di Taranto ha firmato l’ordinanza di custodia cautelare in carcere per i sei minori coinvolti. Si tratta di due 16enni e quattro 17enni, che secondo il Giudice potrebbero reiterare gli atti violenti o inquinare le prove. Altri sei minori, in via di identificazione, sono stati iscritti degli indagati.

Degli stessi reati sono accusati gli altri due ragazzi, maggiorenni, sottoposti a fermo, non ancora convalidato dal Gip del Tribunale ordinario. I bulli filmavano gli atti di violenza compiuti sul pensionato, affetto da disagio psichico, e li diffondevano in una chat di WhatsApp denominata “La comitiva degli orfanelli”.

Durante l’interrogatorio, i ragazzi si sono detti “dispiaciuti”.