RANDAGISMO: OLTRE 100 ASSOCIAZIONI IN REGIONE PUGLIA PER RIVEDERE IL DISEGNO DI LEGGE

In terza commissione regionale sanità formalizzati gli emendamenti e le eccezioni al DDL regionale che intende abrogare L.R. n° 12/95

Si è tenuta, giovedì 11 aprile, in Regione Puglia, l’audizione delle associazioni animaliste sul Disegno di Legge n. 15 del 21/02/2019, e, all’unanimità, oltre cento tra le più importanti associazioni nazionali e locali hanno evidenziato l’esigenza di modificarlo e integrarlo con importanti emendamenti. Il DDL è lacunoso, affermano le associazioni, in diversi punti, poco attento all’aspetto psicologico degli animali e, in alcuni tratti, pericoloso in quanto rischia di incrementare la costruzione di altri canili che, tra l’altro, senza la previsione di opportuni limiti e strumenti di controllo, si presterebbero facilmente a diventare lager senza speranza per i cani ivi detenuti.

Oltre ad una serie di emendamenti tecnici, sono state formulate anche alcune proposte sull’introduzione di principi fondamentali relativi, ad esempio, alla definizione di animale d’affezione. Non sono mancati suggerimenti per ridurre la spesa pubblica nel rispetto della dignità e dei diritti degli animali.

Gli stessi componenti della commissione consiliare regionale hanno riconosciuto la validità del lavoro presentato. Il prossimo step è fissato per il 2 maggio data in cui saranno presentati gli emendamenti che si auspica accolgano le istanze delle associazioni animaliste. La massiccia partecipazioni del mondo associativo, impegnato in prima linea su tutto il territorio, ha rimarcato l’esigenza di un coinvolgimento attivo all’iter normativo che dovrebbe portare alla formulazione della nuova legge regionale sulla tutela degli animali d’affezione e sul controllo del randagismo.

Le richieste delle associazioni non potranno essere ignorate, se non altro per la misura in cui le stesse si sono riunite dinanzi alle istituzioni competenti e, con una svolta epocale, si sono dette con un’unica e condivisa voce, allo scopo di un contrasto senza quartiere allo sfruttamento degli animali, alle zoomafie e agli sprechi di denaro pubblico.

E’ quanto scrive il CAAP – Coordinamento Associazioni Animaliste Pugliesi.

(foto di repertorio)

Commenta l'articolo:

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie secondo quanto descritto nell'Informativa sui Cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi