BARI: SEQUESTRATA UN’AREA DI CIRCA 60.000 MQ ADIBITA A DISCARICA ABUSIVA

Anche in Puglia il fenomeno del sotterramento di rifiuti pericolosi è ormai un dato di fatto: un fondo agricolo che ospitava ulivi secolari, trasformato in un mostro in un paesaggio arido e spettrale. Questo appariva agli occhi dei Finanzieri della Tenenza di Molfetta, a conclusione di un’attività info-investigativa, elaborata con la Sezione Aerea della Guardia di Finanza di Bari. Il controllo sul campo, eseguito unitamente a personale N.I.P.A.A.F. del Gruppo Carabinieri Forestale di Bari e del Dipartimento ARPA Puglia di Bari, ha portato al sequestro, a Terlizzi, di una vera e propria discarica abusiva di rifiuti inerti derivanti da demolizione nonché da rifiuti pericolosi costituiti da materiale cementizio, plastica, ferro e residui di guaina bituminosa. Rifiuti già pronti per essere interrati come precedentemente accaduto e ricoperti da materiale di terra e roccia. Una brutta storia che deve essere necessariamente contrastata con un costante ed energico controllo del territorio.
Al termine delle attività, il proprietario del fondo è stato denunciato alla competente Autorità Giudiziaria per violazioni di carattere ambientale, paesaggistico ed edilizio.

Commenta l'articolo:

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie secondo quanto descritto nell'Informativa sui Cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi