fbpx
Guardia di Finanza

Finanzieri del Gruppo Bari e Funzionari della locale Agenzia delle Dogane hanno sequestrato, nella locale area portuale, un rimorchio carico di rifiuti costituiti da lavatrici e forni usati. Nell’ambito delle ordinarie attività di controllo delle merci destinate all’esportazione, è stato sottoposto a controllo un carico di lavatrici usate trasportate su un autocarro con targa albanese, in arrivo nel Porto di Bari per il successivo imbarco verso Durazzo (Albania). Dalla documentazione commerciale esibita dal trasportatore si evinceva la presenza di un carico di merce composto da 296 lavatrici usate e 4 forni, sempre usati, per un peso complessivo di oltre 21 tonnellate. Il carico, sottoposto preventivamente a controllo radiogeno, visto anche l’evidente stato di deterioramento ed usura esistente, è stato accuratamente ispezionato dagli operanti, i quali hanno appurato che lo stesso era costituito da “rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche” e non da strumentazioni riutilizzabili, per questo la sua movimentazione era, quindi, da assoggettarsi alla normativa ambientale. Il responsabile legale della ditta esportatrice è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria con il contestuale sequestro del rimorchio utilizzato.

Commenta l'articolo:

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie secondo quanto descritto nell'Informativa sui Cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi