fbpx
A Taranto il primo parco eolico del Mediterraneo

I militari della sezione polizia marittima della Capitaneria di Porto di Taranto e i carabinieri appartenenti al nucleo anti sofisticazione-NAS, hanno effettuato un’operazione di polizia presso un attività commerciale di ristorazione nel comune di Ginosa Marina. Durante il controllo delle varie autorizzazioni e delle celle frigo del ristorante, i militari hanno posto sotto sequestro circa un quintale di prodotto ittico.

L’azione di polizia è scaturita a causa della completa assenza di documenti relativi alla filiera che attestano quindi la provenienza e la tracciabilità del prodotto ittico, nonché per il cattivo stato di conservazione dello stesso che, verosimilmente, se non posto sotto sequestro, sarebbe finito nei piatti dei clienti.

Inoltre, durante le attività di ispezione del prodotto sequestrato sono stati rinvenuti esemplari di “limoni di mare” (microcosmus sabateri) specie ittica citata dall’ordinanza della Regione Puglia 30 dicembre 2004 n.930 la quale prevede il divieto oltre che la raccolta, anche del commercio e somministrazione. Il responsabile del ristorante è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria.

Commenta l'articolo:

    Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie secondo quanto descritto nell'Informativa sui Cookie. Leggi di più

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

    Chiudi