fbpx

L’OSAPP: VEGLIA NOTTURNA PER LA SICUREZZA DEL CARCERE E DEL CITTADINO

“L’O.S.A.P.P. Organizzazione Sindacale Autonoma Polizia Penitenziaria, quale sindacato di categoria maggiormente rappresentativo a livello nazionale, ha indetto per le giornate del 11 e 12 Settembre una manifestazione di protesta nella regione Puglia. Tale manifestazione avrà inizio l’11 settembre dalle ore 09.00 con sit-in e volantinaggio dalla Casa Circondariale di Foggia, successivamente i convenuti su alcuni automezzi privati raggiungeranno in corteo la Casa Circondariale di Trani alle ore 11 circa e successivamente quella di Bari ore 13.00 circa, dopo una breve sosta in conferenza stampa alle ore 15.00 circa riparte per la Casa Circondariale di Taranto dove si prevede ripartenza ore 18.00 circa per la destinazione finale l’Istituto di Lecce dove già dal mattino sarà allestito un gazebo nel perimetro esterno istituto che sarà presidiato per tutta la notte e il giorno 12 successivo. Come già preannunciato in precedenti comunicati, la protesta si concluderà solo alla certezza di invio personale e garanzie per una maggiore funzionalità dei servizi e della sicurezza del poliziotto penitenziario che sono di seguito evidenziati:

1. Considerato il continuo aumento eventi critici (Aggressioni e ferimenti) maggior sicurezza per incolumità personale Polizia Penitenziaria; 2. No all’apertura di nuovi reparti senza adeguamento organici Regione Puglia;

3. Si apertura reparto Psichiatrico Lecce ma solo dopo invio unita di polizia penitenziaria con scorrimento immediato graduatorie Nazionali;

4. Per dire basta ai danni che il personale di Polizia Penitenziaria va subendo a causa di errori di natura politica e amministrativa nell’attuale gestione della popolazione detenuta nonché causata dalla assoluta inefficienza degli uffici centrali dell’amministrazione, e in questo caso dalla Direzione Generale del Personale nella organizzazione e nell’utilizzo del personale;

5. Per dire basta all’escalation della Criminalità organizzata, la SCU in Puglia, che sta assumendo dimensioni notevolissime in ambito penitenziario per il totale fallimento della cosiddetta sorveglianza dinamica.

Ecco questi alcuni dei motivi che ci inducono a tali iniziative che non dovranno essere disattese pena maggiori conseguenza in danno della Polizia Penitenziaria. La manifestazione in questione non è e non sarà pregiudizievole all’ordine pubblico e della normativa vigente in materia”, conclude il comunicato.

Commenta l'articolo:

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie secondo quanto descritto nell'Informativa sui Cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi