fbpx

GROTTAGLIE, IL GRUPPO “ART. 1”: IL SAN MARCO UN PUNTO D’ECCELLENZA DI MEDICINA TERRITORIALE

Un comunicato del Gruppo Consiliare Grottaglie “Articolo 1 – Movimento Democratico e Progressista” (Francesco Donatelli, Aurelio Marangella, Massimo Serio)

“L’altro giorno si è riunita la 3^ commissione consiliare insieme ai presidenti dei gruppi consiliari per discutere delle problematiche relative all’Ospedale San Marco. E’ stata anche l’occasione per prendere atto della documentazione inviata lo stesso giorno dal Direttore Generale dell’ASL, Stefano Rossi. Da quel documento si evince, a nostro parere, il grande risultato ottenuto e sancito nella delibera della Giunta Regionale Pugliese n.239 del 28 febbraio scorso con la quale si è arrivati all’approvazione definitiva del Piano di Riordino Ospedaliero licenziato dalla Giunta regionale guidata da Michele Emiliano.

Il Gruppo consiliare “Articolo 1 – Democratico e Progressista” si ritiene soddisfatto e ne rivendica questo miglioramento in quanto si supera definitivamente quanto stabilito con la prima approvazione del Piano (Delibera G.R. n.161 del 29/2/2016) che penalizzava pesantemente la sanità tarantina e quella di Grottaglie in particolare prevedendo, per il San Marco, l’immediata trasformazione in PPA (Presidio Post-Acuzie) con appena 40 posti letto. Non a caso alla predetta delibera l’amministrazione comunale di Grottaglie ha opposto ricorso al TAR di Lecce. Ciò è stato possibile grazie all’azione sinergica del nostro gruppo consiliare con quello del PD regionale, anche d’intesa con il sindaco D’Alò, che ha consentito di riaprire tutta la questione attraverso i numerosi incontri con il Presidente Michele Emiliano e il Direttore del Dipartimento Salute della Regione Puglia Giancarlo Ruscitti che ha seguito personalmente l’evolversi, anche con un sopralluogo presso il San Marco.

In sostanza, si è scongiurata la chiusura dell’ospedale San Marco incardinandolo all’interno del POC, Presidio Ospedaliero Centrale, con il SS. Annunziata e il Moscati. Ai 40 posti letto del Presidio di Riabilitazione (Recupero e riabilitazione funzionale, Riabilitazione Cardiologica e Riabilitazione Respiratoria) si aggiungono 32 posti letto per Lungodegenza lasciando sostanzialmente inalterati i Reparti di Ortopedia e di Chirurgia Generale. Inoltre è prevista una nutrita e qualificata attività con l’implementazione degli Ambulatori a latere dell’attività di degenza, di Ambulatori a forte valenza per una integrazione ospedale-territorio e di Ambulatori nell’ambito del “Progetto Salute Donna”.

Inoltre, nell’ambito della Riorganizzazione, è previsto un corposo finanziamento (€. 6.500.000,00) finalizzato alla rifunzionalizzazione del San Marco in Polo Riabilitativo che consentirà la realizzazione di una nuova piscina terapeutica, il collegamento orizzontale dei reparti e servizi presenti nei tre livelli (piano interrato, piano terra, primo e secondo piano), la ristrutturazione degli impianti e dei nuovi ambienti oltre ai lavori di riqualificazione energetica. Il documento del direttore dell’ASL di Taranto conferma che, non solo siamo riusciti a bloccare la chiusura del San Marco, ma il nostro nosocomio si candida a diventare un punto di eccellenza di medicina territoriale.

Ma, sapendo che il Piano di Riordino Ospedaliero prevede la trasformazione dell’ospedale Moscati in Polo Oncologico e, alla luce delle forti criticità e sovraffollamento del SS. Annunziata, il risultato fin qui acquisito lo riteniamo un punto di partenza. E pertanto nell’ottica del Presidio Ospedaliero Centrale e fino alla costruzione del San Cataldo, chiediamo al Presidente Emiliano e al Direttore Ruscitti che il Reparto Chirurgia torni a funzionare H24 e il ripristino del Pronto Soccorso per l’ospedale San Marco di Grottaglie”.

Commenta l'articolo:

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie secondo quanto descritto nell'Informativa sui Cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi