fbpx

“Oggi, 12 gennaio 2017, alle ore 12.37, si è verificato un evento emissivo non convogliato, denominato “slopping”, presso gli impianti dell’acciaieria 1 dello stabilimento Ilva di Taranto. A più di quattro anni dal decreto AIA del 2012 questa è la dimostrazione che le prescrizioni AIA dell’Ilva di Taranto non sono attuate e viene disatteso il rispetto delle normative ambientali, italiane ed europee. Inoltre, l’attestazione delle prescrizioni AIA non attuate, e quindi non rispettate, non giungono solo da questi eventi visibili e percepiti dalla popolazione ma vengono chiaramente riportati sulla documentazione di Ispra pubblicata sul sito del Ministero dell’Ambiente”.

“Tutto ciò accade mentre il ministro dell’Ambiente esprime un parere, dopo aver recepito le indicazioni del comitato degli esperti nominati, sui piani ambientali delle eventuali cordate interessate ad acquisire Ilva spa e lo consegna ai commissari straordinari. Ci piacerebbe conoscere, invece, il parere del ministro Gian Luca Galletti in merito alle emissioni odierne, e a lui rivolgiamo una domanda: come rispetteranno le normative ambientali gli eventuali nuovi acquirenti di Ilva spa se le stesse leggi oggi non sono rispettate dalla gestione commissariale, quindi dallo stesso Governo?”

E’ un comunicato dell’Associazione Peacelink.

Commenta l'articolo:

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie secondo quanto descritto nell'Informativa sui Cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi