fbpx

“In data 16 novembre 2016, la Regione Puglia, sollecitata dai comuni coinvolti, ha convocato presso il Palazzo Marchesale del Comune di Laterza, un incontro per dichiarare che la situazione del Parco delle Gravine non è più prorogabile: occorre prendere una decisione immediata sulla sua gestione”. Lo scrive Giovanni Blasi, assessore urbanistica con delega al Parco delle Gravine in una nota: “La questione, infatti, è abbastanza problematica: in caso di inadempienze gestionali o persistente inattività, potrà esserci la nomina di un commissario. Ma la Regione ha posto fiducia nel lavoro dei comuni, invitandoli ad unirsi in un Consorzio finalizzato alla gestione del Parco, con attività primaria di pianificazione generale. La volontà dei comuni va proprio verso questa direzione: attivarsi per unirsi e lavorare fattivamente per la tutela, la conservazione e la valorizzazione delle biodiversità (fattore che accomuna i territori che posseggono gravine). La Città di Grottaglie farà parte dunque di una rete ampia, che ci porterà con più semplicità al raggiungimento di diversi obiettivi, in accordo con quelle che sono le attuali linee programmatiche Regionali e Comunitarie e in modo coerente alle nostre peculiarità. A seguito di questi incontri – continua Blasi – che ci hanno visto partecipare in unione di comuni sin dal mese di agosto a diversi bandi ministeriali e comunitari, i comuni di Laterza, Castellaneta, Ginosa, Palagianello e Mottola, hanno invitato Grottaglie, insieme ad altri comuni facenti parte della Terra delle Gravine, ad aderire al già costituito “Sistema Ambientale e Culturale (SAC) Terra delle Gravine”. Grottaglie ha accettato di buon grado l’invito – conclude – con l’intenzione di condividere politiche e azioni di valorizzazione dei beni ambientali, culturali e sociali che ci accomunano. Un primo passo verso la costituzione del Consorzio di gestione del Parco riteniamo di averlo fatto. L’impegno preso dalle istituzioni è quello di lavorare già da subito al progetto, in modo tale da convocare un’unica conferenza decisoria e attuativa entro fine anno”.

Commenta l'articolo:

    Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie secondo quanto descritto nell'Informativa sui Cookie. Leggi di più

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

    Chiudi